La Silicon Valley avrà la sua Borsa valori: sarà di lungo periodo

Le società potranno emettere azioni su una nuova Borsa alternativa a quelle di New York e Nasdaq

La Silicon Valley avrà la sua Borsa valori: sarà di lungo periodo

Le aziende tecnologiche avranno, entro la fine del 2019, una maggiore scelta per emettere le proprie azioni al di fuori dei tradizionali mercati azionari di New York.

I legislatori statunitensi hanno, infatti, approvato una nuova borsa nazionale di lungo periodo, o LTSE, nata dall’idea di un imprenditore della Silicon Valley, Eric Ries, per ridurre le pressioni a breve termine sulle aziende hi-tec a elevata crescita.

Il governo degli Stati Uniti approva la nuova borsa valori della Silicon Valley

Su proposta di Eric Ries, imprenditore tecnologico, sostenuto da venture capitalist come Marc Andreessen, nasce nella Silicon Valley una nuova borsa di lungo periodo, alternativa ai mercati di New York.

Secondo Ries - che è riuscito a racimolare grazie a una raccolta fondi 19 milioni di dollari per l’avvio della nuova piazza, quest’ultima aiuterà le aziende a focalizzarsi sull’innovazione a lungo termine, lasciandosi alle spalle le preoccupazioni per i rapporti trimestrali sugli utili, bonus assegnati a risultati a breve termine e offrendo agli azionisti la possibilità di incrementare il proprio potere mantenendo più a lungo le azioni.

Ries, che detiene una partecipazione significativa nella holding, ha lanciato la sua idea già nel 2011, lo scorso novembre la borsa è stata proposta alla US Securities and Exchange Commission. Oggi la SEC si è espressa, approvando l’iniziativa. Un passaggio questo fondamentale per dar via agli scambi.

La nuova borsa della Silicon Valley dovrebbe accontentare le esigenze di tutte quelle società che temono le pressioni a breve termine grazie - spiegano gli ideatori - a

“un mercato che incoraggi un ciclo costante di innovazione e investimenti nella creazione di valore a lungo termine a vantaggio sia delle aziende che dei loro investitori”.

Leggi anche si riaccende la guerra commerciale

LTSE dovrebbe partire a breve, sarà in grado di accettare le inserzioni e iniziare a fare trading già entro la fine dell’anno, dopo aver completato l’iter amministrativo e tecnico necessario.

A detta del fondatore, la nuova borsa della Silicon Valley consentirà alle società di emettere le proprie azioni anche su altri mercati, come la più grande Borsa di New York e il Nasdaq. Sarebbero già molti gli investitori e le aziende ad aver mostrato interesse per questa nuova realtà, firmando lettere di intenti.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Borse

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.