Jaguar Land Rover sta cercando di ottenere un divieto di importazione negli Stati Uniti di SUV da diversi marchi di proprietà del gruppo Volkswagen, compresi quelli prodotti da Porsche, Audi e Lamborghini. La casa automobilistica britannica sostiene che questi veicoli stanno violando un brevetto che copre la sua tecnologia Terrain Response.

Jaguar Land Rover chiede lo stop alla vendita di SUV di Volkswagen in USA

Jaguar Land Rover afferma che la caratteristica è una delle cose che fanno risaltare i suoi SUV Land Rover Discovery e Jaguar F-Pace rispetto ai loro concorrenti. Permette a quei SUV di mantenere la trazione su qualsiasi superficie grazie a un sistema che controlla elettronicamente motore, trasmissione e freni.

Inoltre, il gruppo inglese afferma che ha impiegato molto tempo e sforzi per creare la tecnologia, arrivando a imprimere più di 50 superfici diverse durante il processo di sviluppo.

Il gruppo tedesco avrebbe violato un brevetto appartenente alla casa inglese

Jaguar Land Rover ha chiesto all’agenzia di bloccare le importazioni di Porsche Cayenne, Lamborghini Urus e Volkswagen Tiguan. Non vuole nemmeno vedere i veicoli Audi Q8, Q7, Q5, A6 Allroad ed e-tron entrare negli Stati Uniti.

Come sottolinea Bloomberg, Volkswagen dipende dai margini che ricava da quelle auto di fascia alta per finanziare i suoi investimenti in veicoli elettrici e auto autonome. Quindi un simile stop alle vendite sarebbe davvero disastroso per il gruppo automobilistico di Wolfsburg.

Oltre alla rivendicazione commerciale, Jaguar Land Rover ha intentato due azioni legali contro le controllate del Gruppo Volkswagen presso i tribunali federali degli stati del Delaware e del New Jersey, questa volta chiedendo un risarcimento finanziario. Vedremo dunque come si evolverà questa delicata situazione che coinvolge Jaguar Land Rover e il gruppo Volkswagen.