Itinera cresce negli Usa: aggiudicati due contratti tra New York e lo Stato della Virginia

La società del gruppo Gavio continua a crescere negli Usa dove ottiene due nuovi ordini per l’ammodernamento di un importante nodo stradale della Grande Mela e la realizzazione di una stazione della ferrovia metropolitana della città di Alexandria

Itinera cresce negli Usa: aggiudicati due contratti tra New York e lo Stato della Virginia

Itinera consolida la sua presenza negli Stati Uniti dove si aggiudica due importanti commesse tra New York e la Virginia.

La sua controllata statunitense Halmar, infatti, ha presentato l’offerta giudicata migliore per realizzare i lavori di ammodernamento di un nodo stradale cruciale per la mobilità della Grande Mela, ma ha anche vinto la gara per costruire la nuova stazione ferroviaria metropolitana di Alexandria.

Il valore complessivo delle due opere sfiora i 600 milioni di dollari.

Il nodo stradale di Kew Garden

Attraverso un comunicato stampa, la società del gruppo Gavio ha comunicato che la Halmar si è posizionata prima in classifica nella gara indetta per gli interventi di ammodernamento di Kew Garden, un nodo stradale particolarmente strategico per la città di New York e che risulta tra i più congestionati dal traffico.

Da qui, infatti, transitano tutti i mezzi che devono raggiungere gli aeroporti John F. Kennedy International e La Guardia. Inoltre, il collegamento stradale è situato tra l’importante zona residenziale di Kew Gardens Hills e la zona commerciale di Queens Boulevard.

Da quando è stato costruito nel 1930, le condizioni della città sono cambiate e anche il traffico è ovviamente aumentato. Già trent’anni dopo la sua inaugurazione, vennero effettuati interventi per favorire la mobilità, e oggi si rendono necessari ulteriori lavori di ammodernamento per rendere ancora più fluido e sicuro il transito veicolare.

Il progetto presentato da Halmar, secondo quanto reso noto da Itinera, è risultato il migliore tra quelli pervenuti sia in termini di sicurezza che di organizzazione delle varie fasi di esecuzione dei lavori per limitare il più possibile i disagi al traffico. Il valore del progetto, la cui quota Halmar è pari al 100%, è di circa 370 milioni di dollari.

La commessa in Virginia

Ammonta a circa 215 milioni di dollari, invece, il valore complessivo del progetto che – con una quota di competenza pari al 60% - impegnerà la controllata americana di Itinera nello Stato della Virginia.

Sarà realizzata da Halmar, infatti, la nuova stazione della ferrovia metropolitana di Alexandria. Si tratta di un’opera che “avrà una superficie utile di circa 9.000 metri quadri con due banchine da 800 metri di lunghezza, per un’altezza massima dell’edificio pari a circa 15 metri e sarà collegata alle aree circostanti con una serie di passerelle pedonali e ciclabili”.

La stazione della Potomac Yard Metrorail verrà costruita – su commissione della Washington Metropolitan Area Authority – in una zona della città di Alexandria che sta conoscendo un forte sviluppo, sia dal punto di vista residenziale che commerciale.

Itinera negli Usa

Grazie a questi due importanti lavori, Itinera rafforza la sua presenza negli Stati Uniti a conferma della strategia aziendale che sta portando la società a crescere non solo negli Usa anche in altri Paesi del mondo (America Latina, Europa, Africa e Middle East).

Basti pensare che l’azienda del gruppo Gavio vanta un portafoglio ordini di circa 4 miliardi di euro, di cui circa il 60% all’estero.

In particolare, restando in America, l’italiana è già impegnata in importanti contratti per circa 2 miliardi di dollari: l’espansione della linea ferroviaria di Long Island che vale circa 1,8 miliardi di dollari e i lavori di ristrutturazione e completamento di sei stazioni della linea metropolitana di New York del valore di circa 90 milioni di dollari.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Stati Uniti

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.