Investment Certificates: cosa sono e come funzionano?

Guida completa al funzionamento degli Investment Certificates, strumenti d’investimento di medio e lungo termine che permettono all’investitore di diversificare il proprio portafoglio beneficiando (in alcuni casi) della protezione del capitale investito. Ecco tutto quello che c’è da sapere

Investment Certificates: cosa sono e come funzionano?

Gli Investment Certificates, in italiano Certificati d’Investimento, sono una delle due macrocategorie ACEPI nelle quali viene generalmente classificato l’universo dei Certificates.

A differenza dell’altra macrocategoria, quella dei Leverage Certificates (o Certificati a Leva), gli Investment Certificates consentono agli investitori/risparmiatori di prendere posizione su un determinato asset finanziario, sia esso un indice, un’azione, una valuta o una materia prima, senza l’utilizzo della leva finanziaria.

Identificati nell’omonima categoria nella classificazione ufficiale di ACEPI, si rivolgono a quei soggetti con un orizzonte di investimento di medio-lungo termine e sono indirizzati a coloro i quali volessero diversificare e ottimizzare il portafoglio in relazione alle principali tendenze identificate sul mercato.

I Certificati d’Investimento sono negoziabili sia sul segmento SeDeX di Borsa Italiana, dalle 9:05 alle 17:30, che sul circuito Cert-X di EuroTLX dalle 9:00 alle 17:30. La liquidità è costantemente garantita dalla presenza di un market maker, tipicamente il trading desk dell’emittente.

Investment Certificate: cosa sono e come funzionano

Gli Investment Certificates sono strumenti finanziari derivati in quanto il loro prezzo è legato a quello di un’attività finanziaria sottostante, che può essere un indice azionario, una o più azioni, una valuta oppure una materia prima.

La caratteristica peculiare dei Certificati d’Investimento è quella di incorporare diverse strategie che vanno dalla semplice replica lineare del payoff del sottostante (certificati Benchmark e Tracker) a strutture complesse le quali combinano tra loro diversi elementi per realizzare strategie di investimento.

Nella classificazione ACEPI gli Investment Certificates vengono a loro volta divisi in tre sottocategorie, a seconda del grado di protezione offerto all’investitore sul capitale investito:

  • Certificati a capitale protetto;
  • Certificati a capitale condizionatamente protetto;
  • Certificati a capitale non protetto.

A chi si rivolgono gli Investment Certificates

Per le loro caratteristiche, gli Investment Certificates si prestano ad un’operatività di medio-lungo termine. Viste le tre categorie in cui si suddividono, questi strumenti sono adatti in modo trasversale a tutti i profili di rischio, dal più prudente al più aggressivo. Sarà compito di ciascun investitore, o del suo consulente finanziario, scegliere il Certificato d’Investimento più consono al suo profilo in base al diverso grado di protezione del capitale offerto e quindi alla propria propensione al rischio.

Questi prodotti di investimento possono essere utilizzati sia con finalità di copertura di portafoglio, sia con l’obiettivo di diversificazione della propria asset allocation.

Leggi anche

ACEPI: i certificates per diversificare e costruire i portafogli
Strategie Core-Satellite con i Certificates

Iscriviti alla newsletter Risparmio e Investimenti per ricevere le news su Investment Certificate

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.