Invalidità civile sospesa: cosa fare per riavere la prestazione

Teresa Maddonni

1 Giugno 2021 - 11:13

condividi

L’invalidità civile può essere sospesa se non ci si presenta alla visita di revisione entro la data stabilita sul verbale redatto dalla Commissione medica. Vediamo cosa fare per riavere la prestazione.

Invalidità civile sospesa: cosa fare per riavere la prestazione

Invalidità civile sospesa: cosa fare per riavere la prestazione? Una domanda che molti titolari dell’invalidità civile che devono sottoporsi alla visita di revisione dei requisiti sanitari immaginiamo si stiano ponendo.

La sospensione dell’invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità - non si tratta di revoca- può avvenire quando il cittadino non si presenta alla convocazione della visita di revisione.

INPS da poco ha annunciato anche una modifica della procedura attraverso la quale l’invalidità civile viene sospesa e che diventa così più veloce.

Vediamo allora nel dettaglio quando viene sospesa l’invalidità civile e cosa fare per riavere la prestazione da INPS.

Invalidità civile sospesa per mancata presentazione alla visita di revisione

L’Invalidità civile può essere sospesa nel caso in cui il percettore della prestazione non si presenti alla visita di revisione. Ma andiamo per gradi.

INPS ha introdotto importanti chiarimenti in merito con il messaggio n. 1835 del 6 maggio nel quale, oltre ad annunciare la nuova procedura, ha ricordato che la convocazione a visita, per i verbali per i quali sia prevista la rivedibilità per i requisiti sanitari dell’interessato alla prestazione, spetta all’Istituto stesso.

Partiamo ricordando che per ottenere l’invalidità civile occorre richiedere primariamente la visita di accertamento sanitario effettuata da una Commissione medico-legale presso le Aziende Sanitarie Locali, integrate con un medico INPS.

La Commissione al termine degli accertamenti del caso rilascia in formato elettronico il verbale di visita, che viene inviato all’interessato in duplice copia:

  • una con tutti i dati sanitari, anche sensibili;
  • l’altra con il solo giudizio finale.

Se la Commissione medica ritiene le minorazioni suscettibili di modificazioni nel tempo, il verbale indica anche la data entro cui l’interessato alla prestazione deve sottoporsi alla visita di revisione.

Nel caso in cui il titolare della prestazione di invalidità civile non si presenti alla visita di revisione presso la Commissione medica scatta così la sospensione che è tuttavia cautelativa, il che indica che non si tratta ancora di revoca che può tuttavia avvenire in un momento successivo.

L’invalidità civile viene sospesa a partire dal giorno di convocazione a visita del titolare di invalidità civile inadempiente. L’erogazione dell’invalidità civile, quindi del pagamento, viene di fatti bloccata a partire dal mese successivo alla sospensione stessa.

Nulla è perduto tuttavia perché l’invalidità civile viene sospesa come abbiamo detto, non revocata.

La sospensione infatti è cautelativa come abbiamo detto e se il beneficiario dell’invalidità civile provvede secondo le regole a riparare alla mancata presenza alla visita di revisione è possibile ottenere nuovamente la prestazione. Vediamo nel dettaglio come.

Invalidità civile sospesa: cosa fare per riaverla

Vediamo ora cosa fare per riavere l’invalidità civile sospesa per mancata presentazione alla visita di revisione che ha comportato pertanto anche il blocco del pagamento.

In caso di invalidità civile sospesa è INPS a spiegare cosa fare per riaverla. Il beneficiario della prestazione di invalidità civile riceve la comunicazione di avvenuta sospensione.

Lo stesso, per riaverla, ha 90 giorni, un tempo assai congruo quindi, per presentare una giustificazione alla mancata presentazione a visita.

La giustificazione per riavere la prestazione sospesa deve essere inviata alla struttura territoriale INPS competente.

La sospensione dell’invalidità civile viene revocata se la giustificazione viene ritenuta idonea e il beneficiario può riavere la prestazione, ma solo se si presenta alla visita.

INPS infatti riavvia il processo di revisione e il beneficiario viene convocato a nuova visita; gli viene infatti inviata la comunicazione con la data prevista per la stessa.

Ma cosa succede se chi prende l’invalidità civile, sospesa, non si presenta neanche alla seconda visita?

L’invalidità civile viene revocata. La revoca, e non la sospensione, può avvenire anche:

  • se il beneficiario della prestazione di invalidità civile non invia la giustificazione entro 90 giorni;
  • se la giustificazione inviata non viene ritenuta idonea.

Iscriviti a Money.it