Instagram: l’uovo dei record rivela la sua identità

Matteo Novelli

4 Febbraio 2019 - 11:29

condividi
Facebook
twitter whatsapp

L’uovo di Instagram non è solo un record di mi piace: durante il Super Bowl americano è stata rivelata l’identità dietro al misterioso guscio diventato virale.

L’uovo dei record di Instagram rivela la sua identità: il misterioso guscio ha attirato, qualche settimana fa, l’attenzione dei media quando in pochissimo tempo è diventato la foto con più like di sempre sul popolare social network fotografico. Dopo qualche giorno, l’uovo non si è fermato e ha iniziato a schiudersi, rompendosi durante il Super Bowl americano.

Il mistero intorno all’uovo di Instagram è stato rivelato: la foto che ha dato inizio a tutto (ricevendo a oggi più di 52 milioni di “mi piace”, battendo il precedente record detenuto da Kylie Jenner) nascondeva un fine molto più nobile di quello pensato inizialmente, rivolto alla sensibilizzazione sulle malattie malattie.

Scopri Instagram in inglese: qual è il problema che sta colpendo molti utenti

Instagram: l’uovo dei record e la salute mentale

Durante il cinquantatreesimo Super Bowl l’uovo dei record ha rivelato la sua identità: dopo aver stretto un accordo con Hulu qualche settimana fa, la piattaforma streaming simile a Netflix disponibile solo negli Stati Uniti, il misterioso uovo virale si è schiuso rivelando al mondo non solo la sua identità ma anche un messaggio più profondo.

Nella serata più importante per lo sport americano è andato in onda uno spot di trenta secondi in cui l’uovo si è sbriciolato letteralmente sotto gli occhi degli spettatori. Il motivo? La pressione dei social, accompagnata da un messaggio «se anche tu stai lottando, parlane con qualcuno». A concludere il tutto la firma della Mental Health America, l’associazione che lotta contro le malattie mentali, la psicosi e la depressione.

Dietro tutta quella che si è rivelata una vera a propria campagna c’è, secondo Mashable, un’agenzia pubblicitaria inglese con sede a Londra: i social sono letteralmente impazziti per la rivelazione della vera identità dell’ormai iconico uovo e l’associazione in questione ha ringraziato l’intera operazione di viral marketing per aver sensibilizzato l’opinione pubblica su un branca tanto delicata come quella della salute mentale.

L’uovo dei record resta quindi non solo un importante fenomeno del web, capace in poche settimane di catalizzare l’attenzione degli utenti e dei media come mai prima d’ora, ma anche un piccolo fenomeno di marketing virale da manuale (che molto probabilmente, vedremo citato nei prossimi manuali di studio sull’argomento).

Ti potrebbe interessare Instagram Stories: come funziona e trucchi utili

Iscriviti alla newsletter

Money Stories