Inflazione Italia: record dal 1995, boom energia e alimentari

Violetta Silvestri

1 Marzo 2022 - 12:38

condividi

L’inflazione in Italia galoppa a ritmi mai visti: i dati provvisori Istat hanno confermato l’impennata energetica e alimentare, con prezzi elevati per il carrello della spesa.

Inflazione Italia: record dal 1995, boom energia e alimentari

L’inflazione annuale in Italia, rilevata nel dato preliminare do febbraio, sale del 5,7%.

Istat ha segnalato che si tratta dell’ottavo mese consecutivo di aumento per i prezzi, con un livello raggiunto come non accadeva dal 1995.

Energia e beni alimentari guidano l’impennata, trascinando le prospettive inflazionistiche verso traguardi poco rincuoranti.

Quanto è cresciuta l’inflazione preliminare a febbraio 2022 in Italia? I dati.

Italia: i prezzi corrono come non accadeva dal 1995

Nell’ultima rilevazione Istat preliminare, l’indice nazionale dei prezzi al consumo (NIC), al lordo dei tabacchi, ha evidenziato un rialzo dello 0,9% su base mensile e del 5,7% annuale.

L’istituto di statistica ha commentato:

“A febbraio, per l’ottavo mese consecutivo, l’inflazione accelera, raggiungendo un livello (+5,7%) che non si registrava da novembre 1995. Sono i prezzi dei Beni energetici non regolamentati a spingere in alto la crescita, seguendo la fiammata di gennaio degli energetici regolamentati (insieme, le due componenti spiegano due terzi della variazione tendenziale dell’indice NIC).”

Inoltre, viene sottolineato che con le tensioni inflazionistiche in ampia diffusione, i beni alimentari sono avanzati a un ritmo elevato, tanto da trascinare oltre il 4% l’incremento dei prezzi del cosiddetto “carrello della spesa”.

Nel dettaglio questi gli aumenti dei prezzi su base annuale (dati preliminari di febbraio 2022) suddivisi per categorie:

  • beni energetici: +45,9%;
  • beni energetici non regolamentati: +31,3%;
  • beni energetici regolamentati: +94,4%;
  • beni alimentari lavorati: +3,2%;
  • beni alimentari non lavorati: +6,9%

A pesare sulla spesa quotidiana c’è stato anche il +4,2% dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona e il +5,4% dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto.

Da segnalare che l’inflazione di fondo, senza energetici e alimenti freschi, è passata da +1,5% a +1,7% e quella
al netto dei soli beni energetici da +1,8% a +2,1%.

Per il 2022 l’inflazione acquisita risulta del 4,3% per l’indice generale e dell’1,3% per la componente di fondo.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

SONDAGGIO