Huawei supera Apple nella vendita di smartphone per la prima volta

La cinese Huawei segna per la prima volta maggiori vendite rispetto ad Apple ed è ora seconda nel mercato mondiale degli smartphone

Huawei supera Apple nella vendita di smartphone per la prima volta

Traguardo storico per la cinese Huawei, che scavalca Apple nella vendita di smartphone conquistandosi così il secondo posto dopo Samsung in ottica mondiale.
La società di Shenzhen ha venduto circa 54 milioni di telefoni lo scorso trimestre, con un aumento di oltre il 40% rispetto allo stesso periodo del 2017.

Una cifra che gli ha permesso di scavalcare il gigante degli iPhone e di ridurre notevolmente il divario con il leader di mercato, Samsung, reduce da 70 milioni di vendite che significano una flessione del 10% rispetto allo scorso anno.

Huawei: crescita costante malgrado il ban USA

Ryan Reith, analista di IDC, nota come la continua crescita di Huawei sia impressionante, così come la sua capacità di entrare in mercati dove fino a poco tempo prima il suo marchio era completamente sconosciuto.
E in effetti quello che salta immediatamente all’occhio è il fatto che il colosso cinese occupi il secondo posto sul versante smartphone ma sia di fatto escluso dalla maggiore economia del mondo, gli Stati Uniti.

La società lotta ormai da anni per aprirsi uno spiraglio nel mercato USA, ma deve fare i conti con il muro della Casa Bianca, dovuto principalmente alla preoccupazione che un eventuale ingresso potrebbe portare alla raccolta di informazioni da parte del governo di Pechino sul territorio degli States.

All’inizio di quest’anno Huawei sembrava in procinto di concludere con successo la sua prima collaborazione con un’importante compagnia statunitense, AT&T. Ma i colloqui si sono interrotti poco prima della firma di un vero accordo, lasciando l’azienda ancora senza il supporto di un operatore wireless attivo negli Stati Uniti, elemento chiave per farsi strada nel Paese.

Mo Jia, analista di Canalys, osserva come la società, malgrado non sia riuscita a trovare partnership USA, si sia mossa rapidamente e con efficacia su altri fronti, concentrandosi invece sulla ricerca di crescita dei volumi “nella fascia bassa”.

La vendita di milioni di telefoni dai costi contenuti ha significato una presa incredibile sulle aree dell’Asia e del Pacifico, dove le vendite sono più che raddoppiate rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno secondo IHS Markit. Ma la crescita è stata notevole anche in Europa, Medio Oriente e Africa.

Huawei e i timori degli altri Paesi per la ’sicurezza nazionale’

Il successo della divisione smartphone arriva in concomitanza con gli ostacoli nel settore telecomunicazioni. Dopo i timori segnalati dagli Stati Uniti, anche Regno Unito, Australia e Canada hanno messo in luce i potenziali rischi per la sicurezza nazionale, che deriverebbero dall’utilizzo delle apparecchiature di telecomunicazione prodotte dall’azienda cinese.

Elemento, quest’ultimo, che potrebbe condizionare pesantemente le potenzialità di mercato e il peso economico di Huawei nel prossimo futuro, visto che un eventuale ban da diversi Paesi potrebbe arrestare la corsa della società alla conquista del ruolo di leader mondiale dell’imminente 5G, tecnologia di ultima generazione su cui l’azienda punta in maniera particolare.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Huawei

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.