Green pass e zona rossa, le nuove regole: da oggi meno restrizioni

Alessandro Cipolla

07/02/2022

07/02/2022 - 08:32

condividi

Entrano in vigore le nuove regole deliberate dal Governo nell’ultimo decreto Covid: dal green fino alla scuola e alla zona rossa, in Italia da oggi si iniziano ad allentare le misure restrittive ma solo per chi è vaccinato o guarito di recente.

Green pass e zona rossa, le nuove regole: da oggi meno restrizioni

Green pass, zona rossa e scuola, da oggi si cambia ma dopo mesi di strette finalmente anche in Italia è arrivato il momento del primo passo verso il tanto agognato ritorno alla normalità.

Dopo che lo tsunami-Omicron ha travolto il Vecchio Continente, la convinzione che questa nuova variante sia meno virulenta di Delta ha spinto diversi Paesi, vedi Danimarca e Regno Unito, a dichiarare superata l’emergenza Covid cancellando per tutti ogni restrizione.

In Italia invece la strada intrapresa è la stessa degli ultimi tempi: ulteriori vincoli sul green pass per i non vaccinati, senza dimenticare il vaccino obbligatorio per gli over 50, mentre per chi ha fatto tre dosi oppure due ma è guarito dal Covid da oggi ci saranno meno restrizioni anche in caso di zona rossa.

Un doppio binario che è stato applicato anche alla scuola: per diversi presidi il rischio caos è molto alto visto che non sarà facile fare dei distinguo in una platea per larga parte non vaccinata, tanto che alcune Regioni potrebbero partire in ritardo nell’applicare i dettami dell’ultimo decreto.

Green pass, zona rossa e scuola: cosa cambia da oggi

La novità più rilevante in vigore da oggi lunedì 7 febbraio è quella relativa alla durata del green pass, che sarà illimitata per chi ha fatto tre dosi oppure due ma è guarito dal Covid. Per chi invece ha fatto soltanto due dosi la durata resta di sei mesi.

Per chi è in possesso del green pass rafforzato, tre dosi di vaccino oppure recentemente guarito dal Covid, a partire da oggi verranno meno tutti i dettami da dover rispettare relativi ai colori delle Regioni, anche in caso di zona rossa.

Con i dati sanitari in miglioramento in Italia anche se purtroppo i decessi giornalieri continuano a essere tanti in virtù del picco di ricoveri delle scorse settimane, il Governo ha deciso di fare un primo passo in direzione delle riaperture.

L’allentamento delle restrizioni però sarà solo per chi è in possesso del green pass rafforzato, con l’utilizzo del certificato verde che potrebbe essere esteso anche a tutta l’estate al pari dell’obbligo vaccinale per gli over 50.

Questa distinzione tra vaccinati e non vaccinati sta creando molte polemiche anche per quanto riguarda la scuola, tanto che la Lega non ha votato l’ultimo decreto parlando apertamente di una “discriminazione” tra gli scolari.

Nelle scuole superiori e medie infatti a partire da tre casi di positività riscontrati in classe a finire in Dad saranno solo i ragazzi non vaccinati, con la quarantena che è stata ridotta comunque a cinque giorni anche per la scuola dell’infanzia.

Iscriviti a Money.it