Green pass per votare alle elezioni: cosa c’è di vero?

Alessandro Cipolla

28 Luglio 2021 - 14:34

condividi

Sul green pass sta circolando la voce di un Mario Draghi pronto a una stretta anche per quanto riguarda il votare alle elezioni: a chiarire la posizione del Governo è stata una nota di Palazzo Chigi.

Green pass per votare alle elezioni: cosa c'è di vero?

La notizia era stata presentata come “l’atomica di Draghi” e, in effetti, in un momento dove giornalmente si registrano manifestazioni di protesta contro la stretta decisa dal Governo in materia di green pass, l’argomento è di quelli che potrebbe spaccare l’opinione pubblica.

L’indiscrezione è stata pubblicata da Il Tempo che, raccogliendo delle voci di Palazzo, ha parlato dell’ipotesi di rendere obbligatorio il green pass anche per accedere ai seggi elettorali.

Una “bomba” che è piombata in piena campagna elettorale, visto che in autunno, probabilmente in data 10 e 11 ottobre, si voterà in Italia per le elezioni amministrative (dove sono coinvolte città come Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna), per le regionali in Calabria e per le suppletive.

Questa ipotesi subito è stata ripresa in diversi post social, tanto che Palazzo Chigi si è affrettato a fare chiarezza su qual è la posizione di Mario Draghi in merito alla possibilità di estendere il green pass anche al voto alle elezioni.

Green pass per votare alle elezioni? Facciamo chiarezza

Dopo il primo giro di restrizioni legate al green pass che scatterà a partire dal 6 agosto, il Governo è da giorni a lavoro per allargare il perimetro dei divieti per chi non è in possesso del foglio.

Si parla così di un giro di vite anche per quanto riguarda treni a lunga percorrenza, aerei e navi, oltre a un obbligo vaccinale per gli insegnanti e del green pass necessario per i lavoratori del settore della ristorazione.

In una situazione già molto complessa con i no-green pass che parlano chiaramente di decisioni anticostituzionali, l’ipotesi di una stretta anche per quanto riguarda la possibilità di votare alle elezioni andrebbe senza dubbio a infiammare il dibattito in corso.

In questo scenario, Palazzo Chigi si è affrettato a diramare un comunicato dove si bollano come “ prive di fondamento ” le voci che vorrebbero sul tavolo del governo anche l’opzione di restrizioni alle elezioni.

Sono prive di fondamento - si legge nella nota - le ricostruzioni relative all’intenzione del governo di rendere obbligatoria la certificazione green pass per accedere ai seggi elettorali”.

Resta il fatto però che in autunno ci potrebbero essere dei problemi di spostamento per i fuorisede non vaccinati che intendono recarsi nella propria residenza per votare, visto che ormai appare scontata l’estensione dell’obbligo del green pass per viagiare con aerei e treni a lunga percorrenza.

Iscriviti a Money.it