Green pass scuola: le nuove regole da settembre

Teresa Maddonni

1 Settembre 2021 - 09:53

condividi

Il green pass diventa obbligatorio a scuola per insegnanti e personale ATA dal 1° settembre. Dalle sanzioni, ai controlli alle esenzioni, vediamo quali sono le nuove regole in vigore.

Green pass scuola: le nuove regole da settembre

Green pass scuola: da oggi 1° settembre diventa obbligatorio per il personale scolastico che per lavorare dovrà esibirlo.

A introdurre il green pass scuola per insegnanti e personale ATA con le nuove regole in vigore da settembre è stato il decreto n.111 del 6 agosto 2021 che stabilisce quindi anche cosa rischia chi non si trova in possesso della certificazione verde con la ripresa delle lezioni.

Dal 1° settembre riprendono le attività scolastiche con il recupero degli apprendimenti pertanto sono moltissimi gli insegnanti e gli altri lavoratori che dovranno esibire il green pass scuola.

Vediamo allora quali sono le nuove regole per il green pass a scuola che dal 1° settembre diventa obbligatorio anche per università e mezzi di trasporto a lunga percorrenza.

Green pass scuola: le regole dal 1° settembre

Dal 1° settembre il green pass scuola è obbligatorio per poter accedere agli edifici scolastici e lavorare.

Il green pass scuola, secondo le nuove regole, dovranno esibirlo insegnanti, personale ATA, ma non gli studenti. Gli studenti tuttavia, a partire dai 12 anni, possono essere sottoposti alla vaccinazione contro il Covid, ma non è previsto l’obbligo.

Secondo le nuove regole in vigore da settembre per il green pass scuola insegnanti e personale ATA dovranno esibire la certificazione verde. Chi non rispetta la nuova regola sul green pass scuola viene considerato assente ingiustificato.

Al quinto giorno di assenza ingiustificata l’insegnante o il lavoratore scolastico viene sospeso e di conseguenza anche lo stipendio. Il green pass per la scuola può essere ottenuto:

  • a 15 giorni dalla prima dose di vaccino e fino alla data del richiamo. Dopo la seconda dose e per i successivi 9 mesi anche se il Comitato tecnico scientifico ha già dato il via libera per l’estensione della validità a 12 mesi;
  • tampone antigenico o molecolare con esito negativo effettuato entro le 48 ore precedenti;
  • se si è guariti dal Covid entro i 6 mesi precedenti.

Green pass scuola: controlli ed esenzioni

Con il green pass scuola scatta anche la questione controlli che sarà demandata ai presidi o a delegati all’interno degli istituti. In particolare, secondo una recente nota del ministero, per il green pass scuola i controlli sono affidati a più soggetti verificatori mediante la app Verifica C19.

Dal 13 settembre, data indicata dal Miur come primo giorno di scuola sebbene ogni Regione abbia definito il proprio calendario scolastico 2021-2022, dovrebbe invece essere operativa la piattaforma per il controllo automatizzato del green pass scuola.

Per il green pass scuola tuttavia, come anche per altri contesti, esistono delle esenzioni. Non devono infatti presentare la certificazione verde, oltre gli studenti, anche coloro che non possono essere sottoposti a vaccinazione per motivi di salute previa presentazione del certificato medico specifico.

Ricordiamo che a differenza del green pass scuola, per l’accesso all’università anche gli studenti devono presentare la certificazione verde. A scuola non solo non si potrà accedere senza green pass, ma anche in presenza di una temperatura corporea superiore a 37,5 gradi oltre che in presenza di altra sintomatologia riconducibile al Covid.

Iscriviti a Money.it