Green pass: chi può non averlo senza rischiare una multa

Simone Micocci

24/07/2021

25/07/2021 - 09:36

condividi

Non sempre il green pass è obbligatorio: ci sono persone che possono non averlo e non rischiare una sanzione (che va dai 400 ai 1.000 euro).

Green pass: chi può non averlo senza rischiare una multa

Non per tutti il green pass è obbligatorio: ci sono persone, infatti, che sono escluse sia per un fattore di età quanto per motivi di salute. Lo prevede il testo del decreto del 22 luglio 2021, con il quale vengono individuati una serie di servizi per i quali il green pass diventa obbligatorio, pena una sanzione che va da un minimo di 400 a un massimo di 1.000 euro (sia a carico dell’esercente che dell’utente).

Nello stesso decreto, però, si legge anche che ci sono delle categorie di persone che possono non avere il green pass e non rischiare una multa: vediamo di quali categorie si tratta, così da fare chiarezza su quando il certificato verde non è necessario.

Green pass: chi non deve averlo

Il decreto approvato dal Consiglio dei Ministri in data 22 luglio 2021 fissa dunque un obbligo del green pass per determinati servizi. Ci sono delle situazioni in cui comunque il green pass non è obbligatorio, ma anche quando questo invece è richiesto ci sono delle persone che sono esonerate dal rispetto delle nuove regole e non rischiano una sanzione.

Chi non deve averlo per un fattore di età

Il primo caso di esonero è quello dei soggetti esclusi per un fattore di età dalla campagna vaccinale. Nel dettaglio, oggi non viene consentita la vaccinazione ai bambini di età compresa tra i 0 e i 12 anni (non compiuti). Questi, dunque, sono anche esclusi dall’obbligo del green pass e non viene richiesto neppure un tampone - che per il rilascio della certificazione verde deve essere effettuato entro le 48 ore precedenti - per poter accedere ai servizi individuati dall’ultimo decreto.

Chi non deve averlo per motivi di salute

Nel testo del decreto del 22 luglio 2021 viene individuata una seconda categoria di soggetti esclusi dall’obbligo del green pass. Si tratta dei “soggetti esenti sulla base d’idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della Salute”.

Ma quali sono questi soggetti? Al momento non c’è ancora una risposta a questa domanda in quanto non esiste una circolare del Ministero della Salute che definisce i criteri con i quali una persona può essere esonerata - per motivi di salute - dall’obbligo del green pass. Una circolare a riguardo arriverà presto, sicuramente prima del 6 agosto (quando le nuove regole sul green pass diventeranno operative). A tal proposito Giovanni Rezza, direttore della prevenzione del Ministero della Salute, nel corso dell’ultima conferenza stampa sull’analisi dei dati del Monitoraggio Regionale Covid-19 ha anticipato quelle che potrebbero essere le categorie di persone esenti dall’obbligo del green pass, facendo riferimento - ad esempio - a chi non può vaccinarsiper una reazione avversa grave determinata dalla prima dose del vaccino”.

Sicuramente, ha spiegato Rezza, chi non può vaccinarsi - con tanto di certificazione medica che lo conferma - sarà esonerato dall’obbligo del green pass, ma potrebbero esserci anche altri casi che in questo momento “il Ministero della Salute sta valutando”.

Per avere informazioni più precise su chi può non avere il green pass e non rischiare comunque una sanzione, dunque, dovremo attendere i prossimi giorni.

Argomenti

# Multe

Iscriviti a Money.it