Grecia: Tsipras si ribella all’austerità, l’ESM blocca l’accordo sul debito

Grecia, torna la paura: tensioni con i creditori, Tsipras si ribella all’austerità e annuncia bonus sulle pensioni. L’ESM blocca l’intesa sul debito.

Grecia in rotta di collisione con i creditori europei, l’accordo sul debito con l’ESM è stato bloccato, Tsipras si ribella all’austerity e alle richieste dei suoi creditori.

Il fondo salva stati d’Europa non onorerà l’accordo preso con la Grecia, dopo che il primo ministro Tsipras ha annunciato un aumento della spesa pensionistica - a pochi giorni dallo sciopero nazionale che ha bloccato il Paese.

La lotta tra la Grecia e i suoi creditori si è trasformata in uno scontro decisivo dopo che l’organismo europeo per l’erogazione dei fondi di salvataggio ha bloccato il l’accordo con Atene da 86 miliardi di euro, congelando l’intesa per il taglio del debito.

Il primo ministro greco, Alexis Tsipras, è stato preso di sorpresa mercoledì, quando il meccanismo europeo di stabilità (ESM) ha annunciato che non onorerà l’accordo per alleviare il peso del debito della Grecia.

La decisione, una vera e propria punizione per una serie di misure di assistenza sociale implementate dal premier greco, probabilmente metterà Atene sul piede di guerra con istituti di credito.
La crisi della Grecia sta per tornare (ma non se ne era mai andata).

Grecia: Tsipras si ribella all’austerity, al via un bonus pensioni

La settimana scorsa, Tsipras ha annunciato un bonus pre-natalizio una tantum per circa 1,6 milioni di pensionati che vivono con 800 euro al mese o meno. Questa settimana, ha aggiunto che le isole dell’Egeo sono esenti dall’aumento dell’IVA richiesto dai creditori.

«A seguito delle recenti proposte dal governo greco di spendere risorse fiscali aggiuntive per le pensioni e l’IVA, i nostri organi di governo hanno messo le proprie decisioni temporaneamente in attesa»,

ha riferito un portavoce dell’ESM, riferendosi all’accordo che avrebbe rinviato l’aumento dei tassi di interesse sul debito della Grecia.

«Le istituzioni stanno attualmente valutando l’impatto delle decisioni del governo greco nei confronti degli impegni del programma dell’ESM e dei suoi obiettivi. Analizzeremo la valutazione delle istituzioni e, successivamente, decideremo come procedere».

Crisi in Grecia sta per tornare più forte che mai

L’annuncio fa seguito alla dichiarazione dei ministri delle Finanze dell’Eurogruppo, che sottolineava come Atene stesse agendo al i fuori degli accordi.
Il mattinata la Germania - il singolo contributore dei tre salvataggi che ha ricevuto la Grecia dal 2010 più grande in assoluto - ha evidenziato che i benefici sono incompatibili con gli obiettivi del programma.

Ma Tsipras, la cui popolarità è diminuita notevolmente a causa dell’implementazione da parte del suo governo di sinistra di tagli salariali e aumenti delle tasse che un tempo aveva promesso di ribaltare, sembra in vena di sfida.
Nonostante il clamore ha categoricamente rifiutato di eliminare il supplemento sulle pensioni, dicendo che li€617 milioni necessari al bonus verranno presi al surplus di bilancio che il suo governo è riuscito a realizzare.

Grecia, Tsipras: tensioni anche con il FMI

La prospettiva di un ritorno della crisi del debito in Grecia si fa più grande con lo scontro tra Atene e il FMI, che ad eccezione del terzo piano di salvataggio ha sempre sostenuto gli aiuti all’economia greca. Martedì scorso Tsipras ha deriso il personale del FMI definendoli dei «tecnocrati folli» che hanno più volte calcolato male l’impatto delle politiche sulla recessione sul paese.

Con le tensioni in aumento, ogni speranza di concludere la revisione in corso del programma di aiuti è rapidamente svanita.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories