Grecia: BCE blocca la riapertura della Borsa di Atene. Il Paese è nelle mani dell’UE

Claire Giangravè

27 Luglio 2015 - 13:22

condividi

Dopo un mese di inattività, i mercati azionari in Grecia dovrebbero riaprirsi martedì. La Banca Centrale Europea manifesta un controllo sempre più pressante sull’economia ellenica.

Grecia: BCE blocca la riapertura della Borsa di Atene. Il Paese è nelle mani dell'UE

La Grecia, dopo l’approvazione in parlamento del terzo piano di salvataggio europeo, si trova ancora in una situazione economica critica. Ogni giorno la Grecia cede la sua sovranità a Bruxelles e Berlino.
Lo dimostra il fatto che la Grecia non potrà riaprire il mercato azionario fino a martedì, dopo un mese di inattività iniziata il 29 giugno. La borsa di Atene è ancora chiusa.

Secondo Bloomberg è stata la Banca Centrale Europea a non concedere alla Grecia l’apertura dei mercati fino ad ora.

Le autorità greche avevano predisposto la riapertura dell’Athens Stock Exchange senza alcuna restrizione per trader sia greci che stranieri, ma sarebbero stati fermati dall’Unione Europea.

Probabilmente l’UE vorrà che vengano imposte delle restrizioni alle banche greche per gli investimenti sul mercato prima che esso diventi attivo.

La situazione delle banche greche è già sufficientemente precaria. I debiti in sofferenza delle banche in Grecia sono pari al 60% di tutti i prestiti, che ammontano a 210 miliardi di dollari.

Anche la Germania ritiene che bisogna intervenire. Sarà necessario il salvataggio delle banche greche e la Germania sta già proponendo tagli finanziari per i depositi che superano i 100.000 dollari.

La capacità della Grecia di mantenere la sua sovranità diminuisce giorno per giorno da quando ha accettato le richieste europee e il primo ministro greco Tsipras ha ignorato il risultato del referendum del 5 luglio.

“Ora chiediamo un accordo per uscire dall’austerity. Vogliamo un’Europa della solidarietà"

Queste erano le parole di Tsipras dopo la stracciante vittoria del “no”. Tuttavia, la solidarietà dell’Europa è l’unica cosa che potrebbe aiutare la Grecia adesso, dato che essa ha perso ogni leva che aveva.

Da quando è iniziato il ‘piano di salvataggio’ in Grecia l’economia è peggiorata. L’indice GREK ETF, l’unico mercato rimasto in Grecia, è crollato del 15%.

Anche lo Standard & Poor’s 500 (S&P 500) ha subito un’inclinazione malgrado i tentativi greci e dell’UE.

Considerati questi dati forse è meglio se il mercato azionario in Grecia rimane chiuso.

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.