Graduatorie d’Istituto, aggiornamento 2017-2020: punteggi e info II e III fascia

Graduatorie d’Istituto: il Miur e i sindacati si incontreranno per decidere le linee guida per l’aggiornamento nel triennio 2018/2020. Ecco alcune anticipazioni sui punteggi per la II e la III fascia delle Graduatorie d’Istituto.

Graduatorie d’Istituto, al via le operazioni per definire le linee guida per l’aggiornamento previsto per il triennio 2017/2020, come stabilito dal decreto Milleproroghe.

Il Miur in questi giorni ha convocato i sindacati con l’intento di raggiungere un accordo riguardo alle modalità con cui avverrà l’aggiornamento delle graduatorie d’istituto per la II e III fascia; probabilmente in linea generale per i punteggi saranno confermate le linee guida del 2014, anno in cui c’è stato l’ultimo aggiornamento, ma i sindacati puntano all’inserimento di alcune novità.

Ad esempio, i sindacati chiederanno al Miur di dare un punteggio anche ai docenti che pur avendo superato tutte le prove del Concorso Scuola sono fuori dal limite massimo del 10% di idonei.

Su questo e su altri aspetti si cercherà di fare chiarezza nel corso dell’incontro tra il Miur e i sindacati e siamo certi che non sarà semplice raggiungere un accordo.

Tuttavia, l’atteggiamento della Fedeli, che in questi mesi ha trovato una soluzione sia per la mobilità che per la chiamata diretta, fa ben sperare affinché si arrivi ad un accordo in tempi brevi.

Intanto però possiamo darvi alcune anticipazioni su come funzionerà l’aggiornamento delle Graduatorie d’Istituto e su quali potrebbero essere i punteggi assegnati.

Graduatorie d’Istituto, aggiornamento 2018/2020: chi può iscriversi alla II e III fascia

Come ben sapere il decreto Milleproroghe ha previsto un nuovo aggiornamento delle Graduatorie d’Istituto per il triennio 2018-2020 esclusivamente per la II e III fascia, dal momento che la I fascia riguarda le Graduatorie ad Esaurimento.

A questo punto, prima di vedere quali potrebbero essere i punteggi assegnati ai docenti, è bene fare chiarezza su chi potrà inserirsi nella II fascia e chi invece potrà farlo nella III.

La II fascia delle GdI è riservata ai precari che hanno l’abilitazione all’insegnamento. Quindi, i docenti che in questi tre anni hanno conseguito l’abilitazione potranno iscriversi alla II fascia, mentre chi già è inserito nella Graduatoria d’Istituto potrà aggiornare il proprio punteggio.

La III fascia, invece, è quella che consente anche ai precari che non hanno l’abilitazione ma hanno un titolo utile per l’accesso ad una delle classi di concorso di iscriversi alle Graduatorie d’Istituto.

A proposito delle classi di concorso è bene ricordare che l’aggiornamento delle GdI avverrà in base a quelle riformate, che trovate nel seguente documento.

Tabella A, nuove classi di concorso: denominazione, titoli di accesso e insegnamenti relativi
Clicca qui per scaricare la Tabella A con tutte le nuove classi di concorso così da scoprire quali sono i titoli richiesti per l’iscrizione alla terza fascia delle graduatorie d’istituto.

Graduatorie d’Istituto, aggiornamento 2018/2020: anticipazioni punteggi

Per stabilire l’ordine dei docenti iscritti alle Graduatorie di Istituto saranno molto importanti i titoli conseguiti in questi anni. Nel dettaglio, anche per l’aggiornamento delle GdI del prossimo triennio dovrebbero essere utilizzati i titoli culturali riconosciuti dal DM 308 del 15 maggio 2014, dove nella tabella A sono indicati i titoli per avere un punteggio aggiuntivo (massimo di 20 punti) nella II fascia, mentre la tabella B indica quelli per la III fascia (massimo di 17 punti).

Tabella A per la valutazione dei titoli per la II Fascia delle Graduatorie d’Istituto
Clicca qui per scaricare la Tabella A del 2014 che indica i punteggi correlati ai vari titoli per la seconda fascia delle Graduatorie d’Istituto.
Tabella B per la valutazione dei titoli per la IIII Fascia delle Graduatorie d’Istituto
Clicca qui per scaricare la Tabella B del 2014 che indica i punteggi correlati ai vari titoli per la terza fascia delle Graduatorie d’Istituto.

Quindi, per avere più speranza di essere assunti è importante avere un punteggio piuttosto alto. Nel dettaglio, i titoli che permettono di acquisire un punteggio extra sono:

  • master, corsi di perfezionamento e specializzazioni;
  • certificazioni informatiche come EIPASS o il corso sulla LIM;
  • certificazioni linguistiche.

Se state cercando un modo per aumentare il vostro punteggio in tempo utile per l’aggiornamento delle Graduatorie d’Istituto vi consigliamo di leggere: Come aumentare il punteggio in graduatoria? Corsi ed iniziative per entrare nel mondo della scuola.

Graduatorie d’Istituto: punteggi per chi ha superato le prove del Concorso Scuola

Prima di concludere vogliamo dare voce alla richiesta di tutti quegli insegnanti che hanno superato tutte le prove del Concorso Scuola 2016, ma non rientrano nel limite del 10% degli idonei.

Infatti, la legge sulla Buona Scuola stabilisce che la graduatoria di merito debba essere composta da un numero di candidati pari ai posti messi a concorso, con una maggiorazione del 10% di idonei.

Quindi, per chi non rientra in questa percentuale non c’è alcuna preclusione per l’iscrizione alle Graduatorie d’Istituto, il problema è che non c’è alcun titolo che attualmente riconosce loro il merito di aver superato un concorso.

Per questo motivo i sindacati chiederanno al Miur di aggiungere tra i titoli validi per aumentare il punteggio l’aver superato con successo tutte le prove del Concorsone. Vedremo quale sarà la risposta del Ministro Fedeli a proposito.

Argomenti:

Scuola Insegnanti MIUR

Iscriviti alla newsletter

Money Stories