Come aumentare il punteggio in graduatoria? Corsi ed iniziative per entrare nel mondo della scuola

Concetta Maria Suriana

4 Febbraio 2017 - 19:30

condividi

Come aumentare il punteggio in graduatoria? Ecco i corsi e le iniziative utili riconosciute dal MIUR.

Come aumentare il punteggio in graduatoria? Corsi ed iniziative per entrare nel mondo della scuola

Scuola 2017: come aumentare il proprio punteggio in graduatoria? In occasione dell’apertura della III fascia, ecco i corsi e le iniziative che permettono di aumentare il proprio punteggio nelle graduatorie d’istituto.

La riforma della Buona Scuola ha causato non pochi problemi nel mondo scolastico. Dopo i continui rinvii del III ciclo TFA ora c’è la possibilità che si abbandoni il bando a favore delle lauree abilitanti. Si tratta di iniziative di cui già si parla da tempo, ma che ancora non hanno una data stabilita.

Nel 2017 sono previsti diversi concorsi scuola, che vanno da quello per dirigenti scolastici a quello per personale ATA. Tuttavia oggi l’unico bando attivo del TFA III ciclo è quello sul sostegno, al quale possono accedere solo gli abilitati.

Tra le novità della scuola nel 2017 c’è anche l’apertura delle graduatorie di III fascia. Questo significa che anche i semplici laureati che non sono in possesso dell’abilitazione, potranno iscriversi nelle graduatorie. Per aumentare la possibilità di essere contattati per un incarico a scuola, sarà necessario aver accumulato del punteggio tramite giorni di supplenza o altre attività.

Quali sono queste altre attività? Corsi di lingua ed informatici, convegni e tavole rotonde, se riconosciute dal MIUR, danno un punteggio riconosciuto che permetterà di aumentare il proprio punteggio in graduatoria. Ecco quali sono.

Scuola, come aumentare il punteggio in graduatoria: i convegni

Si tratta del metodo più semplice ed economico per aumentare il punteggio o avere qualche possibilità in più di essere contattati per una supplenza a scuola. Molti convegni, se patrocinati dal MIUR, rilasciano infatti un attestato di partecipazione valido per aumentare il punteggio in graduatoria e le possibilità di essere chiamati per delle supplenze.

Particolarmente importanti sono i corsi sul sostegno, data la carenza di insegnanti del settore. Via libera dunque a corsi come quelli su BES ed autismo.

Come aumentare il punteggio in graduatoria: i corsi informatici

Un altro modo per aumentare il punteggio ed entrare nel mondo della scuola è quello di frequentare dei corsi dedicati all’informatica. Tra quelli che danno punteggio, i principali sono ECDL, EIPASS, LIM. Oltre a questi anche EIPASS, PEKIT, CISCO, MOUS, IC3, che rilasciano tutti 2 punti, mentre con l’EUCIP i punti per il punteggio sono 3.
L’ECDL invece avrà un punteggio in base al livello selezionato:

  • livello core: 1 punto
  • livello advanced: 2 punti
  • livello specialised: 3 punti

Importante è il corso sull’uso della LIM. Il corso base di 100-150 ore permette di ottenere un punteggio di 1,5, mentre quello massimo di 200 ore ne apporta 2.

Come aumentare il punteggio in graduatoria: i corsi di lingua

Altro modo per aumentare il punteggio in graduatoria è quello dei corsi di lingua. Importante tenere a mente che, per le graduatorie, può essere valutata solo una certificazione linguistica con livello A1/A2/B1/B2/C1.

Il punteggio per la graduatoria viene assegnato in base alle competenze linguistiche acquisite nella lingua scelta. La certificazione linguistica può essere ottenuta nelle maggiori lingue straniere: inglese, francese, tedesco, spagnolo, oltre all’italiano per stranieri.

Dove fare i corsi per aumentare il punteggio?

Se i convegni sono facilmente accessibili grazie a volantini e pubblicità, per i corsi informatici e di lingua ci si può rivolgere alle università online oppure a dei centri studi specializzati. In questo caso si potrà anche avere un corso individuale che poi porterà ad un esame finale nella stessa sede dove si è frequentato il corso.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

Iscriviti a Money.it