Generali: Galateri, vogliamo essere i migliori, non i più grandi

Nel comparto assicurativo, le dimensioni di un gruppo contano fino a un certo punto perché anche la dimensione locale riveste una forte importanza. Parola di Galateri di Genola, n.1 del Leone di Trieste.

Generali: Galateri, vogliamo essere i migliori, non i più grandi

«Vogliamo essere i migliori, non i più grandi». Così il presidente di Generali, Gabriele Galateri di Genola, ha risposto all’inevitabile domanda sul risiko che potrebbe scatenarsi nel comparto assicurativo europeo.

“Non credo che ci siano grosse sinergie nelle grandi fusioni a livello globale nel mondo delle assicurazioni”, ha detto il manager in un’intervista concessa al quotidiano La Stampa alla vigilia dell’’assemblea degli azionisti chiamata a rinnovare i vertici del gruppo.

“È vero che questo è un mondo che richiede pesanti investimenti” ma è altrettanto vero “che si tratta di un universo dove il locale assume un’importante rilevanza”. La dimensione, sino a un certo livello è positiva, “poi lo è meno. Vogliamo essere i migliori, non i più grandi”.

Generali: Galateri, tre i pilastri del piano

“Il piano Generali 2021 parte con un nuovo consiglio che, non a caso, è in buona misura quello che lo ha approvato. È una convergenza importante di fattori. Un elemento di garanzia, spinta e fiducia”.

Dopo un 2018 che “ha dimostrato la nostra affidabilità”, il 2019 sembrerebbe incentrato sul tema dell’incertezza “pane per i denti di un assicuratore”. Tra i temi citati da Galateri ci sono le tensioni geopolitiche, il cambiamento climatico, l’invecchiamento della popolazione, i mercati volatili e la rivoluzione tecnologica.

A proposito delle prossime elezioni europee, il presidente del Leone ha detto di attendersi una differente composizione del parlamento “ma non credo che gli equilibri saranno stravolti”.

Nel breve termine, il piano si incentra su tre pilastri, “la crescita profittevole, in Europa ma non solo, e nell’asset management, […] l’ottimizzazione finanziaria e […] l’innovazione e la trasformazione del modello di business”.

Generali: Galateri, governance? Funziona alla perfezione

Il funzionamento del sistema di governance è stato definito “ottimale, per meccanismi e regolamentazione”.

A proposito di Caltagirone, che con il suo 5% ha lamentato la mancanza di un rappresentante di Benetton nel Cda, “le regole sono quelle che sono e non sempre si possono soddisfare tutti”. Gli azionisti sono ben rappresentati, “non essendo noi a formare le liste, non spetta a me fare commenti”.

Azioni Generali in rosso

Con il Ftse Mib in rosso dell’1,93% a 21.342,71 punti a seguito del nuovo escalation della tensione commerciale sull’asse Washington-Pechino, le azioni Generali passano di mano a 16,985 euro, -1,88% rispetto al dato precedente.

Con un +1,5% registrato nelle ultime cinque sedute, il saldo trimestrale delle azioni Generali segna un +14%.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Generali

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.