Il piano di Facebook per i pagamenti universali via app: come funziona

27 agosto 2020 - 11:10 |

Facebook Financial, o il piano di Facebook per diventare il punto di riferimento dei pagamenti mobile. Alla guida del team c’è David Marcus, co-creatore di Libra. Le cose da sapere.

Il piano di Facebook per i pagamenti universali via app: come funziona

Per Facebook il piano di diventare punto di riferimento per il settore dell’e-commerce e dei pagamenti mobile si fa sempre più concreto.

Stando a quanto riferito in anteprima da Bloomberg, Facebook ha costituito Facebook Financial, o anche detta F2, la nuova unità che si occuperà dello sviluppo di tutti i progetti di pagamenti digitali dell’azienda, compreso Facebook Pay, la funzione per inviare e ricevere soldi integrata su Facebook, Messenger e Instagram.

Facebook Financial: cos’è e chi lo guida

A guidare il nuovo team è stato chiamato David Marcus, co-creatore della criptovaluta Libra, che continuerà a gestire la divisione impegnata allo sviluppo del portafoglio digitale di Libra e che nel frattempo sarà coinvolto nel lancio di WhatsApp Pay nel mondo.

Marcus ha una lunga esperienza nel settore dei pagamenti e un manager fidato all’interno dell’azienda. Prima presidente di PayPal Holdings Inc., è entrato a far parte di Facebook nel 2014 gestendo Facebook Messenger per 4 anni prima di mettersi al lavoro su Libra.

È utile avere competenze specifiche nella regolamentazione dei servizi finanziari per costruire le cose nel modo giusto fin dall’inizio”, ha detto. “Il mondo dei servizi finanziari è molto diverso dalle società tecnologiche tradizionali che non sono regolamentate”.

Per F2 Facebook ha assunto l’ex amministratore delegato di Upwork Inc. Stephane Kasriel come vicepresidente.

Dopo aver riunificato le schermate di Instagram e WhatsApp sotto lo stesso trade union in modo che gli utenti sappiano che sono di proprietà di Facebook, il secondo step di Zuckerberg sarà quello di integrare tutti i servizi di messaggistica dell’azienda.

Facebook Pay su tutte le app di Facebook

Facebook Pay, che consente di inviare denaro ad amici e familiari e fare shopping attraverso le piattaforme di proprietà di Zuckerberg, negli USA può essere utilizzato anche su Messenger e Instagram, mentre in altre parti del mondo è ancora in gran parte limitato all’app principale di Facebook.

Mantenere gli utenti all’interno delle sue app piuttosto che farli scivolare fuori su Apple Pay, Google Pay, PayPal o altre, farà crescere i profitti pubblicitari dell’azienda. In sostanza l’idea di base è consentire agli utenti di fare acquisti su Instagram, Messenger e WhatsApp così da rendere la pubblicità di Facebook più preziosa e far sì che le persone trascorrano più tempo sull’app.

“Ci è sembrata la cosa giusta da fare per razionalizzare la strategia a livello aziendale intorno ai pagamenti”, ha commentato Marcus.

Facebook non ha fatto alcun annuncio ufficiale su Facebook Financial e sulla deadline dei suoi progetti, ma il guanto di sfida alle banche (tradizionali e non) è già bello che lanciato, con facili previsioni su come potrebbe andare a finire.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories