FESI 2017: quando arriva per le Forze Armate?

FESI 2017, le Forze Armate dovranno ancora attendere: manca il decreto del MEF, possibile pagamento ad agosto. Nel frattempo arrivano le integrazioni per la Polizia di Stato.

FESI 2017: quando arriva per le Forze Armate?

Cresce l’attesa per il pagamento del FESI 2017, ovvero delle indennità finanziate con il Fondo per l’Efficienza Servizi Istituzionali, tra le Forze Armate.

Infatti, mentre la Polizia di Stato - seppure con degli errori da parte di NoiPA - ha ricevuto gli importi del FESI 2017 con il cedolino stipendiale di giugno, gli appartenenti alle Forze Armate, Carabinieri compresi, devono ancora attendere qualche giorno.

Ma cosa manca per il pagamento del FESI? La risposta ce la dà lo Stato Maggiore della Difesa tramite un comunicato pubblicato in questi giorni.

FESI 2017 per le Forze Armate: quando sarà pagato?

Nei giorni scorsi il Ministro della Difesa - Elisabetta Trenta - ha firmato il decreto con cui vengono stabilite le modalità di assegnazione per il FESI 2017 delle Forze Armate.

Come dichiarato dal Consiglio Centrale, il Ministro della Difesa ha firmato sia il decreto ministeriale con il quale vengono individuate le quote giornaliere da corrispondere al personale militare che quelle per l’Arma dei Carabinieri.

Tuttavia la firma da parte del Ministro della Difesa non è sufficiente per procedere con il pagamento delle indennità; come confermato dal messaggio emanato dallo Stato Maggiore della Difesa, infatti, l’iter sarà completato solamente una volta che il Ministero dell’Economia e delle Finanze emanerà il provvedimento necessario per autorizzarne il pagamento.

Decreto che poi dovrà essere sottoposto al controllo di legittimità sia della Corte dei Conti che dell’Ufficio Centrale di Bilancio; solo dopo che queste procedure finanziarie verranno completate, quindi, si potrà procedere con il pagamento per il quale ci potrebbe volere ancora qualche settimana.

Gli errori per la Polizia di Stato

Nelle scorse settimane vi abbiamo parlato di alcuni possibili errori riscontrati dagli appartenenti al Corpo della Polizia di Stato in merito al pagamento del FESI 2017; molti poliziotti, infatti, a parità di giorni di servizio prestati hanno percepito degli importi più bassi rispetto a quelli dell’anno precedente.

A quanto pare gli errori ci sono stati poiché la conferma è arrivata direttamente dalla Direzione Centrale per le Risorse Umane, la quale, come annunciato dal sindacato UIL Polizia, ha comunicato che nel cedolino NoiPA di luglio saranno corrisposte tutte le integrazioni previste (ricordiamo infatti che l’indennità prevista per la produttività nella Polizia di Stato è aumentata a 4,44€ anziché 4,40€) e gli importi non pagati il mese scorso.

Si chiude quindi il capitolo legato al FESI 2017 per la Polizia di Stato, con la speranza che presto lo sarà anche per il resto delle Forze Armate; anche perché, ricordiamo, presto sindacati e amministrazione dovranno sedersi intorno ad un tavolo per discutere di come rivedere le varie indennità adesso che sono state incrementate - seppur di poco - le risorse per il triennio 2019-2021.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Forze Armate

Argomenti:

Forze Armate Stipendio

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.