Europa: si apre il trimestre decisivo per la ripresa

Violetta Silvestri

1 Aprile 2021 - 15:07

condividi
Facebook
twitter whatsapp

L’Europa inaugura il mese di aprile con una certezza: inizia il trimestre decisivo per la crescita economica. Cosa aspettarsi, rilancio o stallo? Le previsioni

Europa: si apre il trimestre decisivo per la ripresa

L’Europa inaugura il trimestre decisivo per la ripresa economica. Sotto i migliori auspici, si potrebbe dire, considerando gli ottimi risultati degli indici PMI della zona euro, balzati oltre le attese.

Gli sforzi europei per superare la crisi Covid potrebbero finalmente raggiungere un punto di svolta.

Dopo un inizio travagliato della sua campagna di vaccinazioni, i progressi nell’aumento nell’immunizzazione nel secondo trimestre determineranno se davvero l’area dell’euro potrà finalmente scrollarsi di dosso le peggiori turbolenze economiche o se languirà ulteriormente (mentre gli USA corrono).

Aprile-giugno 2021 si preannuncio un trimestre caldo per l’Europa: ci sarà la svolta? Le previsioni.

Perché l’Europa è entrata nel trimestre cruciale

Il 2021 non è iniziato nei migliori dei modi per il vecchio continente. Tre mesi di vaccinazione pieni di ostacoli hanno recentemente costretto anche gli analisti più ottimisti, da JPMorgan a UBS, a tagliare le prospettive di crescita per l’anno.

Appena il 10% dei residenti nell’UE ha ricevuto almeno una dose, poco più di un terzo degli statunitensi, facendo un confronto.

“Il risultato è inferiore a quello che ci aspettavamo”, lo ha ammesso la stessa governatrice BCE Lagarde.

Tali fallimenti hanno significato blocchi più estesi, danneggiando la crescita. Le previsioni per l’Europa nel 2021 sono quindi peggiorate: JPMorgan Chase ora vede una crescita del 5,3% invece del 5,8% e Deutsche Bank è scesa al 4,6% dal 5,6%.

Tuttavia, lo scenario potrebbe mutare e in fretta per la ripresa europea. L’improvviso e atteso aumento delle vaccinazioni sarà fondamentale: da esso dipenderà lo slancio dell’Europa, con lo scenario BCE da +1,7% nel secondo trimestre e +4,4% nell’intero anno.

Vaccini in focus: cosa aspettarsi in Europa?

La vaccinazione a tappeto nel vecchio continente farebbe da moltiplicatore di ottimismo. Il trimestre appena iniziato, quindi, sarà cruciale.

Più dosi somministrate, infatti, significheranno l’allentamento del blocco, consentendo la riapertura di alcune attività all’aperto rivolte ai consumatori con l’arrivo del clima più caldo.

In più verranno create le condizioni per spendere quel tesoro di risparmi extra, stimati da Barclays Plc a 600 miliardi di euro, stimolando la crescita.

Al contempo, ulteriori ritardi nella consegna e lo scetticismo sui vaccini potrebbero interrompere gli sforzi e le immunizzazioni di massa, con uno stallo anche economico molto dannoso.

Alcuni focolai stanno addirittura peggiorando in Europa, con Francia, Germania, Italia ancora in restrizione.

Dubbi circondano anche il Recovery Fund da 750 miliardi di euro dell’UE progettato per sostenere la ripresa. Sono ancora in corso i piani di spesa nazionali e in estate dovrebbero essere erogati i primi fondi. L’Europa ce la farà?

I politici sanno che un altro ritardo nella ripresa significherebbe un’ulteriore perdita di produzione, con cicatrici economiche profonde.

Ma per ora, si consolano sapendo che la crisi non può durare per sempre. Isabel Schnabel, membro del Comitato esecutivo della BCE ha dichiarato:

“I vaccini hanno portato la tanto attesa luce alla fine del tunnel...Le fonti di incertezza si sono spostate dalla possibilità di contenere la crisi a quando possiamo aspettarci un ritorno alla normalità.”

Proprio su questo ultimo punto l’Europa si affida a questo cruciale trimestre: ci sarà la svolta nella crescita?

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories