Ethereum: cos’è e come funziona la criptovaluta rivale del Bitcoin

Guida ad Ethereum: cos’è e come funziona? Sia una criptovaluta che una piattaforma per creare contratti come fossero software.

Ethereum: cos'è e come funziona la criptovaluta rivale del Bitcoin

Ethereum è una criptovaluta seconda solo al bitcoin.
La valuta virtuale Ethereum, creata da Vitalik Buterin, sta suscitando sempre più interesse nei confronti degli utilizzatori e delle società finanziatrici, con il suo valore di mercato che ha da poco superato i 16 miliardi di dollari contro i quasi 36 del bitcoin.

Al momento, un Ethereum vale 177 dollari o 158 euro l’uno.
L’ascesa dell’Ethereum ha già ottenuto il supporto di Coinbase, una delle principali startup finora dietro ai bitcoin, e sembra proporsi non solo come una reale alternativa, ma come un mezzo di pagamento ricco di ulteriori possibilità.

L’Ethereum è, come i bitcoin, un network di scambi di valore monetario che si pone come autonomo e indipendente da un’autorità centrale, ma è allo stesso tempo anche una piattaforma decentralizzata per la creazione di contratti.

Dopo aver capito cosa sono e come funzionano i bitcoin, vediamo ora nel dettaglio cos’è l’Ethereum, cosa lo differenzia dai bitcoin e quali prospettive lo attendono.

Ethereum: cos’è

L’Ethereum si pone come antagonista dei bitcoin in virtù delle sue equivalenti proprietà di valuta virtuale.

Allo stesso modo dei bitcoin, anche l’Ethereum è un sistema di pagamento simile a Visa o Mastercard ma con la caratteristica di non avere nessuna autorità che ne gestisce il controllo, lasciato nelle mani degli utilizzatori.

Ma le sue caratteristiche non si fermano qua, in quanto l’Ethereum è anche una piattaforma per il calcolo e la creazione di software online.

Rispetto ad altre piattaforme computazionali quella dell’Ethereum viene sostenuta dal contributo di migliaia di computer in giro per il mondo.
Se questo rende da un lato il meccanismo di calcolo sul cloud meno efficiente, dall’altro permette di avere traccia di tutti i risultati ottenuti nella blockchain della valuta, ovvero di fronte agli occhi di tutti.

Tutti i dati sono quindi pubblici e una volta che si avvia un processo o un programma sull’Ethereum nessuno ha il potere o la possibilità di modificarlo o di fermarlo.

Questo costituisce il più grande fattore distintivo della valuta-sistema, che la differenzia rispetto ai bitcoin: sull’Ethereum sarà possibile stipulare contratti vincolanti e di lungo termine senza correre pericoli, fattore che ha reso noti i programmi sviluppati su questa piattaforma come smart contract, “contratti intelligenti”.

Ethereum: cosa sono gli smart contract

La locuzione smart contract (o contratti intelligenti) viene utilizzata per descrivere il codice informato che può facilitare lo scambio di denaro, contenuti, proprietà, di azioni o di qualsiasi altro valore. Quando si esegue sulla blockchain un contratto intelligente diventa un programma autonomo che viene eseguito automaticamente quando vengono soddisfatte determinate condizioni. Poiché gli smart contract vengono eseguiti sulla blockchain, questi procedono esattamente come sono stati programmati senza alcuna possibilità di censura, interruzioni, frodi o interferenze di terzi.

Nonostante tutte le blockchain abbiano la capacità di elaborare il codice, la maggior parte sono limitate. Ethereum è diverso. Anziché offrire un insieme di operazioni limitate, Ethereum consente agli sviluppatori di creare ogni operazione che vogliono. Ciò significa che gli sviluppatori possono costruire migliaia di applicazioni diverse che vanno oltre quanto mai visto prima.

I vantaggi di Ethereum

Nessuna delle due parti di un contratto stipulato sull’Ethereum potrà quindi intervenire sullo stesso per modificarlo in alcun modo.
Questa forma di garanzia è il più grande vantaggio esclusivo offerto dal sistema e le sue applicazioni possono essere molteplici.
Nonostante ci si possa chiedere quale sia il reale beneficio di stipulare un contratto di questo genere piuttosto che attraverso vie tradizionali, pur sempre garantite dalla legge, la risposta è in realtà molteplice.

In primo luogo questo consente di portare avanti accordi che esulano dalle competenze delle legislazioni dei paesi, fattore che ha portato alla diffusione di scambi e commerci illegali così come con i bitcoin, anche con l’Ethereum.

Un’ulteriore possibilità è quella di allargare le scommesse online di ogni genere, anche finanziario.
Sebbene il mercato offra un numero sempre maggiore di strumenti di copertura, ad esempio, sarà sempre possibile pensare a qualcosa di nuovo e si potrà, tramite l’Ethereum, metterlo in pratica.
In questo modo si avrà la garanzia che nessuna delle due parti giochi sporco e cambi le carte in tavola. Nonostante la legge possa non offrire protezioni di alcun tipo, infatti, sarà il contratto intelligente stipulato sul cloud a rappresentare la garanzia sufficiente ad entrambe le parti.

Infine l’Ethereum risolverà i problemi per tutti quei paesi dove la corruzione, l’assenza di tutele e di leggi impediscono determinate contrattazioni, offrendo l’inedita possibilità di percorrere strade mai percorse fino ad oggi.

I grandi vantaggi dell’Ethereum sono quindi legati non solo al metodo di pagamento, ma ai contratti stipulabili attraverso la sua piattaforma, utili ad offrire nuove possibilità e libertà a chiunque.

Ethereum: creazione di società, problemi di gestione e regolamentazione

L’Ethereum permette la creazione di società i cui accordi possono essere messi nelle mani di un contratto intelligente piuttosto che di un’autorità locale.

Il primo clamoroso esempio è la DAO, un’organizzazione virtuale di raccolta fondi che ha da poco raggiunto la somma di $150 milioni versati dai propri azionisti.

Lo scopo di questa società, il cui indirizzo e la cui esistenza sono sotto il controllo di un programma sviluppato su Ethereum, è quello di raccogliere la valuta virtuale del sistema da parte del pubblico e offrire allo stesso la possibilità di decidere cosa fare con questi fondi.

Una volta che la raccolta sarà completata, tutti coloro che avranno versato denaro potranno votare tra i diversi progetti proposti da sviluppatori o da altre società, decidendo come investire il denaro collettivo.

Il problema legato alla DAO e a tutti gli eventuali altri esempi di società di questo genere è legato alla governance. Tutte le strutture societarie che hanno nei decenni sviluppato la propria forma non troverebbero più spazio per una realtà lasciata nelle mani della pura maggioranza.

Il management, i consigli di amministrazioni, i CEO e tutte le figure operative di una compagine societaria non esisterebbero più, come se la Apple demandasse la decisione sui suoi prossimi modelli di iPhone direttamente al pubblico.

Questo condurrebbe a problemi legati a decisioni errate, scelte collettive del tutto imprevedibili e scoraggerebbe qualsiasi società esterna dall’intraprendere legami di lungo periodo con una realtà così poco stabile.

Oltretutto un qualsiasi bug di sistema che pregiudichi il funzionamento di una società fondata sull’Ethereum causerebbe il collasso, non essendoci nessuna persona candidata a prendere in mano una situazione che degeneri.

Un ulteriore problema è rappresentato dalla regolamentazione.

Gli sviluppatori della società/programma DAO sembra non abbiano appoggiato la statunitense Securities and Exchange Commission, che si occupa di regolamentare le società che offrono investimenti al grande pubblico.

A questo punto il rapporto tra la DAO e la SEC potrebbe percorrere due diverse strade: la SEC potrebbe, seppur non ne abbia il potere, regolamentare anche questo nuovo tipo di società, con la DAO che in maniera implicita ne seguirebbe le indicazioni.

In alternativa la SEC potrebbe decidere di escludere questo tipo di fattispecie dalle proprie competenze e lasciare il tutto senza nessun tipo di linea guida.

Una regolamentazione è necessaria per offrire anche solo una minima forma di tutela agli investitori e la creazione della DAO.LINK sembra convogliare questo aspetto.

La DAO.LINK è stata recentemente creata per fornire servizi convenzionali, come la fatturazione o il pagamento delle tasse, alla DAO.

In un primo periodo saranno società di questo genere, create ad hoc, a fornire delle linee guida di orientamento nell’oscuro campo di regolamentazione che si sta venendo a creare.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Ethereum

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.