Eni cede quota pozzo in Mozambico, avanti con la decarbonizzazione

Si intensifica la partnership tra Eni e Qatar Petroleum. Dopo Oman e Messico, le due società hanno siglato un accordo relativo il Mozambico. Inoltre il Cane a sei zampe ha reso noto di aver avviato la costruzione di due nuovi impianti fotovoltaici, in Pakistan e Tunisia.

Eni cede quota pozzo in Mozambico, avanti con la decarbonizzazione

Nuovo passo nel processo di rafforzamento della partnership tra Eni e Qatar Petroleum. Dopo Oman e Messico, le due società hanno siglato un accordo relativo il Mozambico, dove QP acquisirà da Eni il 25,5% nel blocco A5-A, nell’offshore Mozambico.

“L’accordo di oggi rappresenta un’altra pietra miliare nel percorso strategico che Eni e QP hanno intrapreso per rafforzare ulteriormente la loro partnership a livello mondiale”, ha commentato l’AD di Eni Claudio Descalzi.

Eni è l’operatore del blocco con una quota di partecipazione del 59,5%, che scenderà al 34% a seguito dell’approvazione dell’accordo. Gli altri partner del consorzio sono Sasol con il 25,5% e la compagnia statale mozambicana Empresa Nacional de Hidrocarbonetos (ENH) con il 15%. Eni è presente in Mozambico dal 2006.

Accelera il percorso di decarbonizzazione

Inoltre il Cane a sei zampe ha reso noto di aver avviato la costruzione, tramite Eni New Energy Pakistan ed Eni Tunisia, di due nuovi impianti fotovoltaici, rispettivamente in prossimità del campo a gas di Bhit (Eni op. 40%) in Pakistan, e nella concessione petrolifera di ADAM (Eni op. 25%) in Tunisia.

Gli impianti, a sostegno delle operazioni upstream, forniranno energia verde operando in configurazione “offgrid”.

“Questi progetti, tra i primi e più significativi al mondo nel loro genere, consentiranno in entrambi i casi di liberare e valorizzare alla vendita il gas risparmiato«, riporta la nota della società.»Eni si conferma quindi all’avanguardia nell’ibridizzazione di sistemi rinnovabili con i sistemi tradizionali nei siti industriali dove opera, valorizzando tecnologicamente ed economicamente la sinergia tra gas e rinnovabili”.

Azioni Eni sotto la parità

A 15,078 euro, le azioni Eni a Piazza Affari fanno segnare un calo dello 0,29%. Nelle ultime cinque sedute le azioni Eni non fanno registrare variazioni di rilievo mentre rispetto a tre mesi fa il saldo è positivo per 8,5 punti percentuali (+11,3% sui 12 mesi).

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.