Eni, Fioramonti: “Riconversione green del 99% degli asset in 5 anni”

Per il ministro Fioramonti, Eni dovrebbe smettere di puntare un mercato morto come quello dei fossili e riconvertire gli asset

Eni, Fioramonti: “Riconversione green del 99% degli asset in 5 anni”

Non è raro che i politici del nostro Paese parlino delle aziende italiane. Dopo gli attacchi di Matteo Salvini alla Nutella, è stata la volta del ministro Lorenzo Fioramonti, in quota Movimento 5 Stelle. Nel corso di un intervento alla Conferenza mondiale sul clima delle Nazioni Unite a Madrid, il politico ha detto che Eni dovrebbe attuare una riconversione totale verso l’energia rinnovabile.

Fioramonti ha anche impostato una scadenza: entro il 2025 solo 1/100 degli asset della compagnia dovrebbero essere basati sulle fonti fossili.

Fioramonti: “Eni risorsa solo se abbandona fonti fossili”

“L’Eni è una grande risorsa per il Paese se opererà una riconversione totale di tutti gli asset produttivi”, ha detto Fioramonti, “è necessaria una moratoria di tutte le nuove ricerche di fonti fossili. Ed è necessario un piano radicale che possa dimostrare in che modo l’azienda possa restare un asset strategico nel Ventunesimo secolo”.

“Si tende a dire che un’azienda è grande in base a ciò che ha fatto in passato, e non in base a ciò che farà nel futuro”, ha continuato Fioramonti. “Su ciò che già c’è non si dovrà fare un passo in più”, ha detto il ministro parlando di Eni.

Per Fioramonti Eni dovrebbe riconvertire il 99% in 5 anni

Secondo il ministro dell’Istruzione, Eni dovrebbe “abbandonare le nuove esplorazioni di fossili” entro dieci anni. E nei prossimi cinque dedicare solo un centesimo delle proprie attività alle fonti non rinnovabili.

Il membro del governo Conte afferma quindi che è necessario un “cambiamento radicale”, anche perché “gli stranded assets, prima o poi, diventeranno un problema per tutte le grandi compagnie petrolifere”.

“Abbiamo dieci anni per risolvere il problema, significa che la riconversione deve avvenire in maniera spinta e accelerata mese dopo mese. Nel 2030 dobbiamo essere completamente verdi, c’è qualcosa di davvero innovativo e coraggioso. Non un piano plurigenerazionale, perché non c’è questo tempo”, ha detto Fioramonti in un audio catturato da Valori.it.

In linea dunque con il Green New Deal di Ursula von der Leyen, il ministro Fioramonti ha detto che bisogna puntare tutto sulle “rinnovabili, l’idrogeno, le nuove frontiere della decarbonizzazione. Quello del fossile è un mercato morto”.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su ENI

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories