Enel rafforza l’idroelettrico con l’acquisto di Erg Hydra

3 Agosto 2021 - 12:15

condividi

Enel e Erg hanno concluso un accordo energetico importante: la società di Starace si è aggiudicata l’intero business idroelettrico dell’azienda genovese. Il deal vale 1 miliardo di euro, i dettagli.

Enel rafforza l'idroelettrico con l'acquisto di Erg Hydra

Accordo siglato tra Enel e Erg per l’idroelettrico.

Nello specifico, la multinazionale italiana guidata dall’ad Starace ha firmato l’intesa per acquisire tutto il capitale di Erg Hydro.

L’operazione si concluderà a inizio 2022, previo via libera dell’autorità Antitrust italiana e positivo esito della procedura golden power alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

L’accordo Enel-Erg sull’idroelettrico si preannuncia cruciale nel settore energetico. Cosa prevede la cessione di Erg Hydro?

Enel acquista Erg Hydro: deal da 1 miliardo di euro

Erg cederà il 100% del capitale di Erg Hydro a Enel: l’accordo è stato raggiunto dalle sue società.

Il corrispettivo dell’operazione, in base all’enterprise value, è di 1 miliardo di euro.

Enel di fatto si è aggiudicata il controllo di un portafoglio comprendente un sistema integrato per produrre energia idroelettrica nei territori di Umbria, Lazio e Marche.

Nello specifico, Erg Hydro si compone di 19 impianti idroelettrici, 7 impianti mini-hydro, 7 dighe, 4 bacini (Salto, Turano, Corbara e Piediluco) e una stazione di pompaggio, per una potenza efficiente di 527 Mw. Mediamente all’anno si producono circa 1,5 TWh.

I 114 lavoratori impiegati nel complesso produttivo in cessione saranno tutelati.

Paolo Merli, amministratore delegato di Erg, ha commentato il deal come:

“un primo importante passo nell’ulteriore trasformazione di Erg verso un modello puro wind & solar, che contiamo di completare con la cessione degli asset thermo nel corso dei prossimi mesi.”

Per l’azienda genovese si tratta di un ulteriore avanzamento nell’asset rotation, considerato cruciale nel piano strategico 2021-2025. Lo scopo è crescere e diversificare in Italia e all’estero.

Enel avrà un rafforzamento della produzione di energia pulita idroelettrica.

Il closing è previsto per inizio 2022.

Iscriviti a Money.it