Elezioni USA 2024, Trump ora crede nella vittoria: è il favorito per gli scommettitori

Alessandro Cipolla

4 Novembre 2021 - 12:37

condividi

Crolla la quota scommesse di Donald Trump vincitore alle presidenziali USA 2024: con Joe Biden in calo nei sondaggi e i Democratici in affanno alle elezioni locali, il tycoon prepara il suo ritorno.

Elezioni USA 2024, Trump ora crede nella vittoria: è il favorito per gli scommettitori

Donald Trump può vincere le elezioni presidenziali che negli Stati Uniti si terranno nel 2024. Ne sono convinti i bookmakers inglesi e americani, che adesso indicano il tycoon come il grande favorito per la prossima corsa per la Casa Bianca.

Per il sito di scommesse Paddy Power, una vittoria di Donald Trump alle elezioni USA 2024 viene data 3/1 (3 dollari vinti per ognuno scommesso) contro la quota di 5/1 attestata a Joe Biden e alla sua vice Kamala Harris.

Una situazione questa ben diversa da quella delle scorse settimane, quando Trump era dato 7/1 contro il 4/1 di Biden e il 5/1 di Harris. Se pensiamo poi che dopo i fatti di Capitol Hill dello scorso 6 gennaio una vittoria dell’ex Presidente era quotata 32/1, si tratta di un balzo notevole in poco meno di un anno.

Ma da cosa dipende tutta questa fiducia degli scommettitori nei confronti di Donald Trump? A pesare potrebbero essere stati i recenti sondaggi che negli Stati Uniti indicano in forte calo la fiducia verso l’operato del Presidente Joe Biden.

Trump e le elezioni USA 2024

Anche se è passato solo un anno dalle ultime elezioni presidenziali negli Stati Uniti, con Joe Biden che si è insediato solo a gennaio, Oltreoceano si pensa già a quella che sarà la prossima sfida per la Casa Bianca nel 2024.

In mezzo poi ci sono le delicatissime midterm election, il voto di metà mandato che si terrà nel 2022 dove si verrà rinnovato una buona parte della Camera (maggioranza dei Democratici) e del Senato (Repubblicani avanti 50 a 48 con 2 indipendenti autentici aghi della bilancia).

Nelle scorse ore si è votato negli USA per eleggere i governatori in Virginia e New Jersey e diversi sindaci, tra cui anche quello di New York. Tolta la Grande Mela dove si è imposto Eric Adams con un plebiscito, per i Democratici le urne hanno riservato più dolori che gioie.

I Repubblicani infatti si sono imposti in Virginia, dove Biden alle presidenziali aveva vinto con un distacco di dieci punti rispetto a Trump, e hanno sfiorato l’impresa in New Jersey dove tradizionalmente i dem vanno forte.

Ma a preoccupare il Presidente in carica sono anche i sondaggi. Negli ultimi mesi sarebbe infatti crollata la fiducia degli americani verso l’operato di Joe Biden, tanto che gli scontenti sarebbero ora la maggioranza.

Sondaggi Stati Uniti Sondaggi Stati Uniti Livello di approvazione operato Joe Biden

Fonte Real Clear Politics

Donald Trump che ora è pronto a lanciare il suo social network dopo il ban ricevuto da Facebook e Twitter, starebbe già lavorando a una nuova candidatura alle elezioni presidenziali del 2024.

Una eventualità che non sembrerebbe entusiasmare i Repubblicani: il nuovo governatore della Virginia Glenn Youngkin nella sua campagna elettorale si è tenuto ben lontano dal tycoon, visto che l’assalto al Congresso è ancora una ferita aperta nel Paese.

Oltreoceano così si sussurra che la presenza di Donald Trump alle primarie repubblicane per la scelta del candidato presidente sarà annunciata solo all’ultimo, proprio per non danneggiare il GOP nei vari appuntamenti elettorali come le midterm.

Resta il fatto che per i bookmakers Donald Trump al momento è il favorito per la vittoria alle elezioni USA 2024, ma in questi tre anni che ci separano dal voto potrebbe succedere di tutto vista la pandemia ancora in corso e le grane giudiziarie dell’ex Presidente.

Iscriviti a Money.it