Elezioni Germania, fine dell’era Merkel? Volano i Verdi, tonfo Cdu

Riccardo Lozzi

15/03/2021

15/03/2021 - 10:36

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Storica sconfitta per il Cdu che alle elezioni locali in due land tedeschi ha registrato il peggior risultato dal secondo dopoguerra. L’era di Angela Merkel in Germania sta per concludersi?

Elezioni Germania, fine dell'era Merkel? Volano i Verdi, tonfo Cdu

Tonfo del partito di Angela Merkel alle elezioni in Germania nei land Baden-Württemberg e Renania-Palatinato, dove il Cdu ha registrato il suo peggior risultato alle votazioni locali dalla seconda Guerra Mondiale.

In entrambi gli Stati sono stati confermati i governatori uscenti, con i Verdi alla loro terza vittoria consecutiva in Baden-Württemberg e un incremento di voti dello 0,4% rispetto a cinque anni fa che li porta a un totale di 30,7%, mentre in Renania-Palatinato la Spd è rimasto il partito più forte, ma con l’1,5% di voti in meno dal 2016.

L’Unione cristiano-democratica, dopo lo scandalo delle mascherine in cui è stato coinvolto il parlamentare Nikolas Loebel e un giudizio negativo da parte dell’opinione pubblica per la gestione della pandemia e del piano vaccinale, è crollata nelle due consultazioni amministrative rispettivamente del 3,7% e del 5,8%.

Con le elezioni nazionali previste il prossimo settembre e l’annuncio dell’uscita dalla scena politica della Merkel dopo oltre 15 anni, con Armin Laschet eletto nuovo leader del partito, il Cdu adesso potrebbe rischiare seriamente di non entrare a far parte del prossimo Governo tedesco, mentre potrebbe aprirsi un nuovo ciclo per la guida del Paese.

Elezioni Germania: male Merkel, volano i Verdi

Secondo diversi pronostici, alle prossime consultazioni elettorali si potrebbe configurare la cosiddetta “Coalizione semaforo”, la quale vedrebbe insieme i rossi del Partito Socialdemocratico, i gialli Liberali e i Verdi tedeschi.

In uno scenario del genere finirebbe così il predominio in Germania dei conservatori, considerando pure l’imminente addio di Angela Merkel. Per questa ragione si sta ora riflettendo sull’opportunità o meno di candidare alla carica di cancelliere della coalizione di centrodestra Cdu/Csu il nuovo leader Laschet.

Il governatore della Baviera e presidente dell’Unione cristiano-sociale Markus Söder, il quale può contare su una maggiore popolarità anche a livello nazionale, potrebbe così conquistare la nomination per guidare l’alleanza.

La situazione in cui la leadership tocchi al minore dei due partiti è rara ma non del tutto insolita, essendosi verificata nel 1980 e nel 2002. In entrambi i casi si è assistito però a una sconfitta del blocco conservatore.

Sondaggi: Cdu/Csu primo partito ma maggioranza per “Coalizione semaforo”

Gli ultimi sondaggi rilasciati per il periodo 4-10 marzo vedono comunque nettamente Cdu/Csu come prima forza politica a livello nazionale al 31%, staccando il secondo partito dei Verdi fermo al 19%.

Sondaggi elezioni Germania 2021

Fonte Europe Elects

Tuttavia in caso di accordo post-elettorale, Verdi, Socialdemocratici e Liberali arriverebbero a un totale del 43%.

C’è quindi molta curiosità per il prossimo settembre a Berlino, che potrebbe segnare una novità importante non solo per la Germania ma per tutta l’Europa.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO