Domanda di pensione quota 100: quando posso lasciare il lavoro?

Lorenzo Rubini

25 Gennaio 2021 - 11:29

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Per presentare domanda di pensione quota 100 e lasciare, quindi, il lavoro, cosa si deve attendere? Vediamo cosa prevede il decreto 4/2019.

Domanda di pensione quota 100: quando posso lasciare il lavoro?

Quando si presenta domanda per la pensione quota 100 e quando, di conseguenza, si può lasciare il lavoro? Ricordiamo che dal raggiungimento dei requisiti sono previste finestre di attesa obbligatorie, variabili sulla base che si lavori nel settore pubblico o in quello privato.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Salve,
Volevo un informazione riguardo la quota 100, siccome compio 62 anni il 24 dicembre 2021 con 42 anni di contributi, quando posso fare la domanda e di conseguenza lasciare il lavoro?
Attendo una vostra risposta
Grazie e buon lavoro”

Domanda di pensione quota 100

Dal raggiungimento dei requisiti per l’accesso alla quota 100 è necessario attendere una finestra di 3 mesi, per la decorrenza della pensione, se si lavora nel settore privato, di 6 mesi se si lavora, invece, per la pubblica amministrazione.

Per i dipendenti pubblici, poi, oltre alla finestra di 6 mesi è richiesto anche un preavviso obbligatorio alla propria amministrazione di almeno 6 mesi che può, anche, essere coincidente con la finestra di attesa. In ogni caso le dimissioni vanno presentate all’amministrazione con 6 mesi di anticipo.

Nel suo caso, quindi, raggiungendo il requisito anagrafico il 24 dicembre 2021, la decorrenza della pensione le spetterebbe a partire dal 1 aprile se lavora nel settore privato e dal 1 luglio se lavora per il pubblico impiego.

Per quanto riguarda, invece, la presentazione della domanda di pensione le consiglio di presentarla, in ogni caso, già i primi di gennaio 2022 ricordandole che deve presentare anche dimissioni al suo datore di lavoro con decorrenza il giorno precedente a quello del diritto al primo rateo pensionistico. Se lavora nel pubblico impiego, poi, nel presentare dimissioni deve tenere presente anche l’obbligo di preavviso di 6 mesi.

Le ricordo, infine, che non è obbligatorio continuare l’attività lavorativa dopo il raggiungimento dei requisiti di accesso, fermo sempre il dovere di presentare il preavviso con le dimissioni.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories