Disoccupazione una tantum co.co.pro: scadenza 31 Dicembre, beneficiari e presentazione della domanda

Simone Casavecchia

12 Dicembre 2014 - 13:23

condividi

Scade il prossimo 31 Dicembre il termine per presentare la domanda per ottenere il beneficio previdenziale della Disoccupazione una tantum per i collaboratori a progetto.

In attesa che siano redatti ed emanati i decreti attuativi al Jobs Act che renderenno operative le nuove regole in materia di Aspi e di contributi per la disoccupazione, previsti per i lavoratori atipici, è ancora possibile presentare, entro il prossimo 31 Dicembre la domanda per ottenere il cosiddetto sussidio di disoccupazione una tantum per i co.co.pro. previsto dalla Riforma Fornero (L. 92/2012), per gli anni 2013, 2014 e 2015.

Requisiti e Beneficiari
Il beneficio della disoccupazione una tantum può essere assegnato ai collaboratori coordinati e continuati e a progetto, iscritti alla gestione separata presso l’INPS. Sono invece esclusi, i titolari di reddito da lavoro autonomo e tutte le altre categorie di lavoratori (come ad esempio, i ricercatori universitari) che, pur iscritti alla Gestione Separata, abbiano avuto contratti diversi da quello a progetto. I lavoratori a progetto possono usufruire dell’indennità di disoccupazione se:
hanno lavorato in regime di monocommittenza (unico datore di lavoro) nel corso dell’anno precedente;
hanno conseguito nell’anno precedente un reddito complessivo non superiore ai 20.2200 euro;
per l’anno di riferimento (anno in cui il lavoratore matura il requisito) è stata accreditata almeno una mensilità presso la Gestione separata INPS. Il caso in cui l’unica mensilità richiesta per il 2014, venga maturata nel mese di Dicembre 2014, costituisce l’unico caso di eccezione alla scadenza del 31 Dicembre, perché permette di presentare la domanda per il sussidio entro il termine ultimo del 31 Gennaio 2015.
hanno avuto un periodo di disoccupazione ininterrotto di almeno due mesi, nell’anno precedente, certificato da un Centro per l’Impiego;
per l’anno precedente (anno solare) sono state accreditate almeno tre mensilità presso la Gestione separata INPS;

Domanda e tipologia della prestazione
La domanda, per cui non è richiesto lo stato di disoccupazione, può essere presentata entro il 31 Dicembre 2014, compilando l’apposito modulo (Co.co.pro 2014 Cod. SR 140) disponibile sul sito web dell’INPS alla sezione «Moduli».
Per gli anni 2013, 2014 e 2015 l’importo della prestazione è pari al 7% del minimale annuo di reddito moltiplicato per quello che risulta essere il numero minore tra il numero delle mensilità accreditate per l’anno precedente e quelle non coperte da contribuzione.
La disoccupazione una tantum viene liquidata in un’unica soluzione se l’importo è pari o inferiore ai 1000 euro oppure in importi mensili pari o inferiori a 1000 euro se l’importo della prestazione è superiore a 1.000 euro (i primi importi da mille euro e l’ultimo di importo inferiore), sempre con accredito su conto corrente bancario o postale.

Iscriviti a Money.it