Dimissioni online 2016: le novità dal Ministero del Lavoro

Dimissioni online 2016: il Ministero del lavoro continua a chiarire le nuove modalità di utilizzo delle dimissioni telematiche. Le ultime novità riguardano i rapporti di lavoro domestico e i rapporti di lavoro all’interno delle strutture di detenzione.

Dimissioni online: quali sono le ultime news del Ministero del Lavoro?

Dopo la pubblicazione delle prime FAQ esplicative volte a chiarire agli addetti ai lavori tutti gli aspetti della nuova procedura telematica delle dimissioni online, nata dal Decreto Ministeriale del 15 dicembre 2015 per contrastare il fenomeno delle “dimissioni in bianco", il Ministero del Lavoro continua l’aggiornamento della sezione presente sul portale clic lavoro con due nuove FAQ.

Le nuove FAQ, pubblicate il 28 aprile, riguardano:

  • le dimissioni online per i rapporti di lavoro domestico;
  • le dimissioni e le risoluzioni consensuali relative ai rapporti di lavoro instaurati all’interno delle strutture di detenzione.

Lavoro domestico: come funzionano le dimissioni online

Come chiarisce il Ministero del Lavoro, per i rapporti di lavoro domestico non trovano più applicazione le procedure di convalida di cui alla L. n.92/12. A partire dal 12 marzo 2016 infatti sono state abrogate le disposizioni contenute nei commi da 17 a 23-bis dell’art.4.

Per questo motivo, non essendo prevista alcuna ultrattività in via residuale, a questa tipologia di dimissioni non si applicano più le procedure di convalida previste dalla L. n. 92/12.

Dimissioni e risoluzioni consensuali in via telematica per i rapporti di lavoro instaurati all’interno delle strutture di detenzione

Per i dipendenti in carcere, invece, resta fermo l’obbligo di utilizzare la procedura delle dimissioni online.

In questo caso il rapporto di lavoro potrà essere risolto consensualmente o unilateralmente da parte del dipendente in carcere, delegando l’assistente sociale presente presso la casa circondariale a rappresentarlo presso un soggetto abilitato.

Dimissioni telematiche online: il testo integrale delle FAQ

Si riporta il testo integrale delle FAQ relative ai chiarimenti in materia di dimissioni online, pubblicate sul sito www.cliclavoro.gov.it e aggiornate al 28 aprile 2016:

39. Alla luce dell’espressa esclusione dei rapporti di lavoro domestico dalla disciplina introdotta dall’art. 26 del D. Lgs. 151/2015, a questa tipologia di dimissioni si applicano ancora le procedure di convalida di cui alla l. 92/2012?

No, in quanto le disposizioni dei commi da 17 a 23-bis dell’articolo 4 della Legge n.92/2012 sono abrogate a partire dal 12 marzo 2016. Non è prevista nell’articolo 26 comma 8 la loro ultrattività in via residuale per le ipotesi di esclusione specificate nella circolare n.12/2016 nel punto 1.2.

40. L’obbligo di effettuare le dimissioni e le risoluzioni consensuali in via telematica riguarda anche i rapporti di lavoro instaurati all’interno delle strutture di detenzione?

Sì, in tal caso il dipendente in carcere può delegare l’assistente sociale presente presso la casa circondariale a rappresentarlo presso un soggetto abilitato.

Per maggiori informazioni sulla procedura di dimissioni telematiche si rinvia ai seguenti articoli di approfondimento:

Dimissioni online: come presentarle, effetti ed eccezioni

Dimissioni online 2016, un’analisi critica: vantaggi e svantaggi

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.