Defiscalizzazione Forze Armate e di Polizia: il DPCM per il conguaglio 2020

Antonio Cosenza

8 Gennaio 2021 - 15:15

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Bonus defiscalizzazione, Forze Armate e di Polizia: fino a 582,50 euro con il conguaglio 2020. È arrivata la firma della Presidenza del Consiglio dei Ministri sull’apposito Decreto.

Defiscalizzazione Forze Armate e di Polizia: il DPCM per il conguaglio 2020

Defiscalizzazione personale militare: è arrivata la firma del DPCM con il quale verrà riconosciuto uno sgravio fiscale ulteriore al personale militare che per l’anno 2019 ha percepito un reddito inferiore ai 28.000 euro.

Come ci ricorda Francesco Gentile - delegato Co.Ce.R. - questo beneficio fiscale, che tanto è stato rivendicato dalla Rappresentanza Militare durante i lavori che hanno portato al riordino dei ruoli del 2017, grazie a quanto viene disposto dall’articolo 45, comma 2, del DLGS 95/2017, ogni anni viene garantito un beneficio fiscale a tutto il personale del Comparto Difesa e Sicurezza con reddito inferiore ai 28.000 euro.

Decreto Defiscalizzazione Forze Armate e di Polizia: il DPCM per il conguaglio 2020

Nel DPCM appena firmato si legge che a questi viene riconosciuta una riduzione dell’imposta sul reddito delle persone fisiche e delle addizionali regionali e comunali; un’agevolazione che spetta tanto al personale militare delle Forze Armate, Capitaneria di porto compresa, come pure al personale - sia civile che militare - delle Forze di Polizia in costanza di servizio nel 2020.

Nel dettaglio, qualora questi nell’anno 2019 abbiano percepito un reddito inferiore ai 28.000 euro suddetti, nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2020 godranno di un’imposta lorda - determinata esclusivamente sulla parte del trattamento accessorio dello stipendio - ridotta fino ad un importo massimo di 582,50 euro (netti).

A tal proposito, si ricorda che il sostituto d’imposta applicherà la riduzione d’imposta in un’unica soluzione, anche in sede di conguaglio fiscale, riferito all’imposta lorda calcolata sul trattamento economico accessorio, comprensivo delle indennità di natura fissa e continuativa, corrisposto nell’anno 2020 e fino a capienza della stessa.

Ci sarà quindi il pagamento di un conguaglio che potrà arrivare ad un massimo di 582,50 euro; una cifra importante a disposizione di quel personale con redditi più bassi. Ma quando arriveranno le somme corrisposte grazie al DPCM Defiscalizzazione (che potete scaricare di seguito)? Scopriamolo.

DPCM Defiscalizzazione
Clicca qui per scaricare il testo del DPCM Defiscalizzazione con il quale viene riconosciuta una riduzione delle imposte per il personale delle Forze dell’Ordine con reddito non superiore a 28.000 euro.

Defiscalizzazione: quando arriverà il conguaglio di massimo 582,50€

Adesso bisognerà attendere che il Decreto firmato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri venga inoltrato alla Corte dei Conti e poi la successiva pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Secondo indiscrezioni in nostro possesso, comunque, le procedure verranno completate in tempo per elargire il beneficio nel mese di maggio 2021.

A tal proposito, il delegato Co.Ce.R. Francesco Gentile spiega che il raggiungimento di questo obiettivo è stato possibile “grazie al lavoro sinergico e puntuale dei tecnici dello Stato Maggiore della Difesa, così come del Centro Unico Stipendiale Interforze e degli uffici preposti del Gabinetto del Ministro della Difesa”. Un lavoro che permetterà di riconoscere al personale con redditi bassi il “giusto ristoro economico” derivante dall’applicazione del nuovo trattamento economico introdotto dal riordino dei ruoli.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories