DSCR: cos’è, calcolo e perché è così importante nella gestione d’impresa

Cos’è il DSCR (Debt Service Coverage Ratio)? Come calcolare l’indice potenziato dalla Riforma della Crisi d’Impresa e perché è così importante.

DSCR: cos'è, calcolo e perché è così importante nella gestione d'impresa

Cos’è il DSCR? Calcolo e spiegazione del Debt Service Coverage Ratio.

L’analisi del merito di credito svolta dagli istituti di credito è spesso soggetta a mode e tendenze. Questo non significa che la valutazione delle imprese è soggetta a cambiamenti di fondo, bensì che, nel corso del tempo, gli indici che vengono utilizzati possono cambiare. Il DSCR, acronimo di Debt Service Coverage Ratio, è solo l’ultimo di questa lunga lista di elementi da tenere in considerazione.

Nonostante l’indice sia entrato nelle prassi bancarie ormai da diversi anni, la Riforma della Crisi d’impresa (Legge 8 marzo 2019, n. 20 - Gazz. Uff. 20 marzo 2019, n. 67) ha aumentato ulteriormente l’importanza del DSCR.

Vediamo quindi cosa rappresenta il DSCR e come calcolarlo.

Richiedi un checkup gratuito di Alert Analysis

Cos’è il DSCR?

Come anticipato DSCR è l’acronimo di Debt Service Coverage Ratio, tradotto «rapporto di copertura del servizio del debito». L’indice è quindi volto a misurare la sostenibilità finanziaria del debito aziendale, ovvero la capacità di un’impresa di onorare il proprio debito finanziario (tipicamente a medio lungo termine).

Questa capacità, tuttavia, non è da intendersi a consuntivo. Bensì a livello prospettico. Sempre più spesso le banche, in sede di valutazione del merito di credito, calcolano quindi il DSCR per ogni singolo esercizio ipotizzato nel business plan.

Per fare questo è necessario porre in rapporto il cash flow operativo dell’impresa e il flusso finanziario a servizio del debito.

Calcolo DSCR

Il DSCR pone a confronto il cash flow operativo (prospettico) prodotto dall’impresa, al netto delle tasse, e il flusso finanziario al servizio del debito, ovvero le quote capitale dei finanziamenti a medio lungo termine che verranno rimborsate nel periodo in oggetto (in alcuni manuali si tengono in considerazione anche gli oneri finanziari).

Di seguito la formula di calcolo:

Debt Service Coverage Ratio = (Flusso di cassa operativo - tasse) / Flusso finanziario al servizio del debito

Il rapporto tra le due grandezze deve essere superiore a 1. In questo modo si ha la certezza che il flusso di cassa generato dalla gestione operativa nel periodo considerato è in grado di far fronte al debito finanziario.

Tuttavia, se da un lato il calcolo del valore a denominatore appare piuttosto semplice (è sufficiente mettere in somma gli importi espressi in quota capitali presenti sui piani di ammortamento dei mutui), il calcolo del flusso di cassa operativo al netto delle tasse non è di semplice realizzazione.

Calcolare il flusso di cassa prospettico significa non solo prevedere gran parte delle voci del conto economico prospettico, ma anche la variazione dei crediti, dei debiti e delle rimanenze al fine di calcolare l’evoluzione del capitale circolante. Attività fondamentale per capire se la gestione caratteristica ha assorbito o ha generato liquidità.

Perché il DSCR è così importante

La Riforma della Crisi d’impresa introdotta a marzo 2019 ha sancito per tutte le società di capitali (a esclusione delle grandi imprese), l’obbligo di dotarsi di un’organizzazione interna adeguata a prevenire e anticipare l’eventuale crisi d’impresa.

Il legislatore, assieme al CNDCEC, ha quindi elaborato uno schema pratico di rilevazione trimestrale per intercettare eventuali anomalie gestionali, ovvero segnali premonitori della crisi d’’impresa.

Questo schema è costituito da un set di analisi di varia natura (gestionale, erariale, organizzativa ecc.). Tra queste, al fine di verificare lo stato di salute economico-finanziario, il DSCR è stato incluso nei 7 indicatori indicati dalla disciplina.

Ogni impresa, a partire dal 15 agosto 2020, ha quindi il dovere di calcolare trimestralmente il proprio DSCR prospettico a 6 mesi al fine di valutare la sostenibilità del debito e la continuità aziendale.

Richiedi un checkup gratuito di Alert Analysis

Iscriviti alla newsletter Formazione Finanziaria per ricevere le news su Impresa

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories