Coronavirus: quali negozi restano aperti e chi lavora

Coronavirus: cosa è aperto e cosa è chiuso? Ecco la lista dei negozi e delle attività che non si fermano per decisione del decreto del Presidente del Consiglio dell’11 marzo 2020.

Coronavirus: quali negozi restano aperti e chi lavora

Nuove disposizioni dal Governo sulla chiusura totale delle attività commerciali in tutta Italia per contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19.

Il decreto dell’11 marzo 2020 firmato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte stabilisce la sospensione di attività commerciali al dettaglio fino al 25 marzo, a eccezione dei negozi che vendono generi alimentari e di prima necessità, ma anche delle attività che offrono servizi per la persona.

Restano quindi aperti i negozi di alimentari, farmacie, parafarmacie, tabaccai, edicole, benzinai, banche, negozi di casalinghi, mentre chiudono parrucchieri, centri estetici, barbieri, bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie, con la possibilità concessa di fare consegne a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie.

Ecco di seguito la lista completa dei negozi e delle attività commerciali che restano aperti, garantendo la distanza di sicurezza di un metro tra le persone.

Coronavirus: quali negozi e attività commerciali restano aperti

  • Ipermercati
  • Supermercati
  • Discount di alimentari
  • Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari
  • Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
  • Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
  • Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2)
  • Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
  • Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico
  • Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
  • Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione
  • Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
  • Farmacie
  • Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica
  • Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l’igiene personale
  • Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici
  • Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
  • Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento
  • Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono
  • Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici

Servizi per la persona

  • Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia
  • Attività delle lavanderie industriali
  • Altre lavanderie, tintorie
  • Servizi di pompe funebri e attività connesse

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Coronavirus

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.