Coronavirus, nel mondo 3 miliardi di persone costrette a casa

Alessandro Cipolla

26/03/2020

11/01/2022 - 17:32

condividi

Secondo un conteggio dell’agenzia di stampa francese Afp attualmente, a causa della pandemia da coronavirus in atto, ci sarebbero nel mondo in totale 3 miliardi di persone costrette a restare a casa.

Coronavirus, nel mondo 3 miliardi di persone costrette a casa

Se pensiamo che solo in Italia a causa del coronavirus siamo costretti a restare in casa, se non per andare a lavorare chi può o per motivi di estrema necessità come fare la spesa, ci si sbaglia di grosso.

Secondo una stima fatta dall’agenzia di stampa francese Afp, al momento infatti sarebbero ben 3 miliardi le persone oggetto delle varie misure restrittive decise dai Paesi colpiti da questa pandemia.

Se pensiamo che al 2017 era stimato che l’intera popolazione mondiale fosse di 7,5 miliardi di persone, si può affermare di conseguenza che il coronavirus sta obbligando il 40% delle persone a casa in tutti i continenti del mondo.

Sempre l’agenzia di stampa francese inizialmente aveva parlato di 2,6 miliardi di persone costrette a casa, aggiustando poi il totale a 3 miliardi viste le decisioni dell’ultima ora di paesi come la Russia di tenere per una settimana i cittadini dentro le proprie mura domestiche.

Con i numeri del contagio che in Italia sono da alcuni giorni in leggera flessione in attesa che in settimana possa arrivare l’agognato picco, negli altri Paesi del mondo il virus sarebbe pericolosamente in piena espansione.

Basti pensare che la Spagna ha avuto ben 738 morti in un solo giorno e gli Stati Uniti sono diventati, con quasi 70.000 casi di positività, il terzo paese al mondo per numero di contagi dietro a Cina e Italia.

Il lockdown è stato deciso però anche da nazioni ancora non fortemente colpite dal virus, come Australia o Venezuela, così come il continente africano da tempo sta fronteggiando la pandemia nonostante il numero dei casi sia ancora fortunatamente contenuto.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

Iscriviti a Money.it