Coronavirus, in Francia esteso il lockdown fino all’11 maggio

Mario D’Angelo

13/04/2020

26/05/2021 - 11:38

condividi

Macron ha deciso di estendere il lockdown in Francia fino all’11 maggio. Da quella data saranno riaperte le scuole

Coronavirus, in Francia esteso il lockdown fino all'11 maggio

Misure di contenimento della COVID-19 estese fino all’11 maggio in Francia. Lo ha annunciato il presidente Emmanuel Macron nel corso di un discorso alla nazione. “I risultati ci sono. Gli ingressi in rianimazione diminuiscono. La speranza rinasce”, ha detto il Capo di Stato francese.

Francia, Macron estende lockdown fino all’11 maggio

Sono oltre 133.600 i casi confermati di coronavirus in Francia, mentre le morti hanno sfiorato le 15.000 unità. I numeri comprendono 9.588 morti ospedaliere e 5.379 nelle case di riposo. Fa ben sperare il dato della rianimazione, il cui trend è in calo per il quinto giorno consecutivo.

Si avvicina il momento più intenso e difficile per la Francia, e dunque sarà necessario allungare il periodo di confinamento, ha detto Macron, che sarà quindi “prolungato all’11 maggio”. Il presidente francese ha sottolineato che le regole vanno bene così come sono, “non vanno né rafforzate né alleggerite, ma pienamente rispettate”.

Ma in cosa consisterà l’allentamento del lockdown che sarà avviato in Francia a poco meno di un mese a questa parte? “Riapriranno progressivamente le scuole, gli asili, le scuole primarie e i licei, i nostri bambini devono ritornare nelle classi. Per noi è una priorità”, ha detto Macron spiegando che “la chiusura delle scuole aumenta le disuguaglianze sociali”. Non riapriranno bar, ristoranti, cinema e teatri, per i quali bisognerà aspettare metà luglio.

L’11 maggio, inoltre, sarà il giorno in cui “tutti i francesi con sintomi avranno diritto a un test del coronavirus”.

Macron all’Europa: “Più ambizione”

Macron ha ricordato di aver chiesto al governo di varare entro mercoledì delle misure aggiuntive di sostegno economico alla cittadinanza. Ne beneficeranno, in particolare, famiglie in difficoltà e i settori economici più colpiti dalla crisi.

Il presidente francese ha speso qualche minuto anche per parlare dell’Europa. “Per quanto mi riguarda cercherò di portare in Europa la nostra voce affinché ci sia più unità e più solidarietà”. “Siamo a un momento di verità che impone più ambizione e audacia”, ha concluso.

Iscriviti a Money.it