Contratto Statali: Legge di Bilancio stanzia 900 milioni per rinnovo? Le ultime novità

Contratto Statali: il Governo vorrebbe stanziare 900 milioni per il rinnovo del contratto dei dipendenti pubblici nella prossima Legge di Bilancio. Le ultime notizie sullo sblocco contratti nella PA.

Contratto statali: il Governo sta pensando a un corposo stanziamento di ben 900 milioni di euro per sostenere il rinnovo del contratto statali e permettere così lo sblocco contratti nella PA.

La cifra di ben 900 milioni di euro servirebbe a coprire il rinnovo dei contratti statali per il triennio 2016-2018 ma al momento non è ancora chiaro quale contorni avranno le misure effettivamente destinate ai dipendenti pubblici nella prossima Legge di Bilancio.

Il Governo infatti sta studiando i vari interventi che saranno oggetto della Legge di Stabilità 2017, che cambierà nome in Legge di Bilancio, per un investimento totale di 30 miliardi di euro. Tra le misure che sono allo studio c’è anche il Bonus Famiglia, una misura che sarebbe destinata a quelle famiglie con almeno due figli e con qualche difficoltà economica.

Leggi anche:
Bonus Famiglia: Legge di bilancio stanzia 400 milioni. Tutte le novità

Contratto Statali: il nodo delle risorse per lo sblocco contratti PA

Lo sblocco contratto nella PA è infatti legato indissolubilmente al nodo risorse: tra il ministro Madia e i sindacati le trattative per arrivare allo sblocco dei contratti degli statali sono riprese e hanno avuto al centro del confronto temi quali l’aumento degli stipendi, la flessiblità e l’orario di lavoro.

Il problema però sono le risorse a disposizione: in base alla Legge di Stabilità 2016 sono state destinate al rinnovo dei contratti statali 300 milioni di euro che i sindacati hanno sempre denunciato come insufficienti a sostenere lo sblocco contratti nella PA.

Il Governo poi aveva pensato anche ad un accordo ponte in sostituzione del rinnovo del contratto nazionale tout court, con lo scopo di dare una prima risposta allo sblocco dei contratti e proseguire alla stesura del nuovo Testo unico sul lavoro pubblico.

Ipotesi, quella dell’accordo ponte in sostituzione del rinnovo del contratto, duramente respinta dai sindacati Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Uil Pa che hanno definito come l’accordo ponte un ‘ponte tibetano’.

Leggi anche:
Contratto statali: accordo ponte al posto del rinnovo? Le posizioni di governo e sindacati

Contratto Statali: le risorse previste dalla Legge di Bilancio

Il numero delle risorse è uno dei grandi nodi da sciogliere per arrivare allo sblocco dei contratti statali. Per questo motivo il Governo sta pensando di stanziare per il rinnovo dei contratti nel pubblico impiego una cifra pari a 900 milioni di euro.

Le risorse inizialmente sul piatto per lo sblocco del contratto statali previsto dalla Legge di Stabilità 2016 era pari a 300 milioni. Una cifra ritenuta dai sindacati del pubblico impiego insufficiente per coprire un lasso di tempo di 6 anni in cui non ci sono stati gli aumenti degli stipendi degli statali a causa proprio del mancato rinnovo del contratto della PA.

In realtà quindi, conti alla mano, i 900 milioni sarebbero la somma delle precedenti risorse (300 milioni) con il nuovo stanziamento pari a 600 milioni.

Quante risorse saranno destinate allo sblocco contratti Pa sarà più chiaro nei prossimi giorni, quando verranno definiti meglio i contorni della manovra del Governo Renzi e si capirà quante risorse sono state davvero destinate ai dipendenti pubblici.

Alla luce di quanto emergerà dalla Legge di Bilancio ci saranno successivamente gli incontri tra il ministro Madia e i sindacati per discutere del tanto atteso rinnovo del contratto del pubblico impiego.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories