Conto corrente, le novità in arrivo da gennaio: cosa cambia

Le novità riguardano il miglioramento del sistema di sicurezza tramite l’attivazione del PSD2 al fine di tutelare i dati finanziari personali quando si accede al conto corrente.

Conto corrente, le novità in arrivo da gennaio: cosa cambia

Dal primo gennaio 2021 cambierà il sistema di sicurezza per effettuare i pagamenti. E’ stata l’Unione Europea a introdurre una nuova norma per tutelare i nostri dati online dagli accessi al conto corrente che dovranno essere più sicuri, limitando la possibilità di furto da parte di eventuali hacker. Il nuovo sistema di accesso si chiama PSD2. Esso, si pone anche l’obiettivo di promuovere una maggiore concorrenza sul mercato dei pagamenti.

La normativa fa parte di una serie di riforme già avviate dall’UE per la regolamentazione dei sistemi di pagamento e che giunge in ritardo rispetto al previsto, iniziata nel 2016 avrebbe dovuto trovare operatività entro il 2018. In Italia, il 13 gennaio 2018 è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il decreto legislativo 15 dicembre 2017, n. 218 di attuazione della PSD2 e di adeguamento delle disposizioni interne al Regolamento (UE) n. 751/2015 sulle commissioni interbancarie sulle operazioni di pagamento basate su carta.

La nuova direttiva UE dei sistemi di pagamento (PSD2), ha abrogato la precedente direttiva UE dei sistemi di pagamento PSD.

Per effettuare un pagamento tramite POS, l’utente dovrà installare un app bancaria sul proprio smartphone, alla quale sarà inviata una richiesta di conferma da parte dell’istituto di credito che per concedere l’autorizzazione dovrà attendere la verifica su dati biometrici dell’identità del richiedente, ovvero, riconoscimento facciale o impronta digitale.

La verifica non riguarderà solo i pagamenti tramite le carte di credito o bancomat, ma anche l’accesso diretto ai conti online, i servizi di spesa offerti dell’e-commerce e shopping online da parte di banche e nuovi operatori di mercato.

L’ambito di applicazione del PSD2 riguarda principalmente alcuni servizi

  • disposizione di ordini di pagamento online (Payment Initiation Services - PIS) che consentono l’avvio di un pagamento online tramite un prestatore di servizi di pagamento diverso da quello presso il quale si detiene il conto corrente.
  • informazione sui conti di pagamento online (Account Information Services - AIS) con i quali si possono ottenere informazioni aggregate su uno o più conti online aperti anche presso istituti diversi.
  • conferma disponibilità fondi previsti nel caso di pagamenti effettuati con carte di debito emesse da un operatore diverso rispetto a quello presso il quale si detiene il conto (CISP).

Per rendere tutto ciò operativo, tutte le banche dovrebbero adeguarsi alla novità tecnologica, anche se molti istituti di credito dovranno superare il sistema di conferma basato sugli sms e predisporsi per il nuovo sistema di sicurezza a due o più fattori.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories