Conte: Recovery Fund un nostro successo, ma spunta il richiamo al MES

Cristiana Gagliarducci

17 Giugno 2020 - 11:52

14 Gennaio 2021 - 11:42

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Conte preme sul Recovery Fund mentre riceve la stoccata sul MES da Fassino

Conte: Recovery Fund un nostro successo, ma spunta il richiamo al MES

Ancora Recovery Fund e MES, Meccanismo europeo di Stabilità, al centro del dibattito nazionale.

Nella mattinata odierna, durante la sua prevista informativa alla Camera, Giuseppe Conte ha premuto sul pedale dell’acceleratore nei confronti del fondo di recupero. Allo stesso tempo, però, non sono mancati i riferimenti al fondo salva-Stati.

Conte su Recovery Fund: a settembre proposta italiana

Un successo dell’Italia. Così il Presidente del Consiglio ha definito il progetto di Recovery Fund trapelato nelle ultime settimane.

Il tutto, però, senza nascondere le difficoltà dello stesso, sul quale dovrà essere trovato il parere favorevole dell’intera Unione Europea. Non sarà un percorso privo di ostacoli viste le profonde differenze ripetutamente emerse nel corso degli ultimi vertici UE.

“Le posizioni degli Stati membri sono ancora distanti su più punti nonostante i progressi degli ultimi mesi”,

ma l’Italia, ha proseguito Conte, deve farsi trovare pronta all’appuntamento, oltre che ampiamente coesa.

In attesa di uno sblocco a livello europeo della questione, il Belpaese presenterà a settembre la sua proposta di Recovery plan. I fondi, ha ribadito, dovranno essere utilizzati in maniera intelligente.

Fassino sul MES: ci darebbe più soldi rispetto al Recovery Fund

A sollevare l’argomento è stato il deputato democrato Piero fassino che nel corso del suo intervento ha messo a confronto Recovery Fund e MES, ricordando come l’attivazione del salva-Stati permetterebbe al Belpaese di ottenere più denaro.

“Questa volta si è deciso in sede europea che il MES avrà una linea di credito dedicata agli investimenti, alla spesa sanitaria, senza condizioni. Significa per l’Italia 37 miliardi circa. Vorrei ricordare che sono il 20% in più di quello che ci verrebbe con il Recovery Fund, che dovrebbe valere per l’Italia 170 miliardi.”

Sono, ha continuato, circa un terzo della spesa annua d’Italia sul fronte sanità. Per Fassino, insomma, definire il MES uno strumento inutile è ad oggi “una caricatura o una battuta giornalistica”, ma non la verità.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories