Quando avremo zero contagi: le date regione per regione

Leonardo Pasquali

20/04/2020

26/05/2021 - 12:39

condividi

L’Osservatorio Nazionale sulla Salute ha pubblicato una tabella con le date in cui le regioni italiane avranno zero contagi.

Quando avremo zero contagi: le date regione per regione

Quando avremo zero contagi regione per regione: ce lo dice la tabella messa a disposizione dall’Osservatorio Nazionale sulla Salute in cui viene fornita la “data minima” di assenza di nuovi casi di coronavirus.

Il Governo sta cercando di preparare al meglio la Fase 2 che potrebbe scattare già dal prossimo 4 maggio. I dati forniti dall’Osservatorio confermano come si sta riflettendo attentamente sull’ipotesi di allentare le misure a seconda della situazione nelle diverse aree della penisola.

Contagi zero: tabella date regione per regione

L’Osservatorio nazionale sulla Salute, coordinato dal consulente da Walter Ricciardi, direttore dell’Osservatorio, e da Alessandro Solipa, direttore scientifico dell’Osservatorio, ha pubblicato una tabella con la “data minima” di assenza di nuovi contagi da coronavirus in ogni regione italiana.

L’intento è quello di fornire un riferimento temporale prima del quale è poco verosimile che avvenga l’azzeramento della curva. Basilicata e Umbria potrebbero essere le prime a raggiungere zero contagi. Il Sud Italia potrebbe riuscirvi tra fine aprile e inizio maggio. Più in ritardo invece le regioni maggiormente colpite e dove la diffusione è iniziata prima, Lombardia e Marche potrebbero dover attendere fine giugno.

Questa la lista completa che è stata ottenuta sulla base dei dati forniti dalla Protezione Civile dal 24 febbraio al 17 aprile:

  • Basilicata: 21 aprile
  • Umbria: 21 aprile
  • Molise: 26 aprile
  • Sardegna: 29 aprile
  • Sicilia: 30 aprile
  • Calabria: 1 maggio
  • Abruzzo: 7 maggio
  • Puglia: 7 maggio
  • Campania: 9 maggio
  • Lazio: 12 maggio
  • Valle d’Aosta: 13 maggio
  • Liguria: 14 maggio
  • Trento: 16 maggio
  • Friuli Venezia Giulia: 19 maggio
  • Piemonte: 21 maggio
  • Veneto: 21 maggio
  • Bolzano: 26 maggio
  • Emilia Romagna: 29 maggio
  • Toscana: 30 maggio
  • Marche: 27 giugno
  • Lombardia: 28 giugno

Ripartenza regionalizzata

In attesa di capire come si arriverà alla Fase 2, il Governo sta ipotizzando una ripartenza scaglionata, diversa da regione a regione e la tabella dell’Osservatorio tornerà utile in questo senso. Verrà probabilmente preso in considerazione l’andamento dell’epidemia nelle diverse zone d’Italia per stilare un calendario delle riaperture. A darne conferma è stato anche il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli, ospite a Che tempo che fa, sottolineando come si stia prendendo in considerazione l’ipotesi.

Ecco cos’ha detto in merito:

“Si può ragionare su una regionalizzazione delle riaperture, calibrando cioè le regioni nelle quali è più facile tracciare i positivi. Il problema sanitario c’è ed è evidente, ma c’è anche quello economico che può comportare un problema di salute pubblica e di ordine sociale”.

Argomenti

# Italia
# Fase 2

Iscriviti a Money.it