Contagi a Roma, la mappa e i dati quartiere per quartiere: crescita a Tuscolano e Prenestino

Quali sono le zone e i quartieri di Roma più colpiti dal coronavirus? La mappa di Seresmi aggiornata al 2 novembre 2020

Contagi a Roma, la mappa e i dati quartiere per quartiere: crescita a Tuscolano e Prenestino

Quali sono i quartieri di Roma più colpiti dal coronavirus? Seresmi, il Servizio Regionale per l’Epidemiologia, Sorveglianza e controllo delle Malattie Infettive dello Spallanzani, ha elaborato una mappa in cui vengono riportati i dati dei contagi nelle varie zone della città e il tasso di incidenza, ossia il rapporto tra il numero di infetti e un campione di 10.000 residenti, aggiornata al 05 novembre 2020.

Anche nella Capitale l’epidemia continua a correre e a fare nuovi contagi ogni giorno, con numeri che raggiungono cifre nemmeno immaginabili la scorsa primavera, durante la prima fase acuta della pandemia. Attualmente il governo ha classificato il Lazio come zona Gialla, questo significa che anche se il virus corre, come in tutto il Paese, la situazione è migliore rispetto ad altre regioni.

Contagi a Roma: la mappa e i dati quartiere per quartiere

Dall’analisi della mappa fornita dal Servizio Regionale per l’Epidemiologia, Sorveglianza e controllo delle Malattie Infettive dello Spallanzani è possibile dedurre che il coronavirus si è diffuso in modo abbastanza uniforme in tutta la città, raggiungendo un tasso di incidenza che oscilla tra 33.62 e 80.00, rimanendo invariato rispetto alla precedente rilevazione.

I distretti in cui si sono registrati più casi sono il numero V, VI e il VII, mentre quello con il minor numero di infezioni è il numero VIII. Se invece si analizza il tasso di contagio, i quartieri con un indice maggiore sono il distretto numero II, il V e il XIV, mentre quelli con un indici minore il numero VIII, IX, X. Nello specifico:

  • Municipio I 1248 casi (tasso x10.000 abitanti 55,07);
  • Municipio II 1343 casi (tasso x10.000 abitanti 62,07);
  • Municipio III 1607 casi (tasso x10.000 abitanti 57,12);
  • Municipio IV 1488 casi (tasso x10.000 abitanti 48);
  • Municipio V 2286 casi (tasso x10.000 abitanti 64,96);
  • Municipio VI 2157 casi (tasso x10.000 abitanti 55,19);
  • Municipio VII 2454 casi (tasso x10.000 abitanti 54,41);
  • Municipio VIII 947 casi (tasso x10.000 abitanti 46,88);
  • Municipio IX 1066 casi (tasso x10.000 abitanti 38,79);
  • Municipio X 1236 casi (tasso x10.000 abitanti 39,29);
  • Municipio XI 1194 casi (tasso x10.000 abitanti 57,57);
  • Municipio XII 1062 casi (tasso x10.000 abitanti 55,25);
  • Municipio XIII 1074 casi (tasso x10.000 abitanti 60,68);
  • Municipio XIV 1570 casi (tasso x10.000 abitanti 63,64);
  • Municipio XV 1267 casi (tasso x10.000 abitanti 62,27);

La situazione cambia se si analizzano in modo più ristretto le singole zone urbane, che ci permettono di avere le cifre aggiornate quartiere per quartiere. In più di 60 aree infatti il tasso di incidenza ha superato la soglia massima, raggiungendo un valore superiore a 80 su 10.000 abitanti, mentre in quasi tutte le altre si ha una situazione pressoché simile.

Le zone maggiormente colpite dal virus al momento sono quelle del quadrante est, in modo particolare i quartieri Prenestino con 2286 casi e 65 persone affette da Covid-19 ogni 10mila abitanti, Torre Angela con 773 casi, Centocelle (555), Tuscolano sud (405), Don Bosco (452), Primavalle (464), ma anche Torpignattara (390), Esquilino (334), Nomentano (328), Portuense (265). I quartieri a sud della città invece sembrano essere quelli in cui il virus corre in misura minore rispetto agli altri.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories