Cos’è il Consiglio di sicurezza Onu: come funziona, i compiti, chi ne fa parte e il potere di veto

Stefano Rizzuti

11 Marzo 2022 - 16:27

condividi

Quali sono le funzioni del Consiglio di sicurezza dell’Onu e quali i suoi compiti? Chi sono i membri permanenti e che cosa vuol dire che hanno il diritto di veto?

Cos'è il Consiglio di sicurezza Onu: come funziona, i compiti, chi ne fa parte e il potere di veto

Il Consiglio di sicurezza dell’Onu è l’organo delle Nazioni Unite che ha il compito di rispondere alle minacce alla pace nel mondo. La sua istituzione è stata prevista dallo Statuto dell’Onu, firmato il 26 giugno del 1945. La sua prima riunione si è tenuta il 24 ottobre dello stesso anno, ma ne facevano parte solamente i membri permanenti.

In queste ore la Russia ha chiesto la convocazione di una riunione del Consiglio di sicurezza denunciando la presunta attività di alcuni laboratori gestiti dagli Usa in Ucraina. La richiesta di Mosca è quella di riunire il Consiglio l’11 marzo.

Ma cos’è il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e quali sono le sue funzioni? Chi sono i membri che ne fanno parte in maniera permanente e chi temporaneamente? Come si adottano le risoluzioni? Proviamo a capirlo meglio.

Cos’è e cosa fa il Consiglio di sicurezza dell’Onu

Il Consiglio di sicurezza dell’Onu è l’organo che delibera sulle aggressioni o sulle minacce alla pace e alla sicurezza internazionale. Ha la responsabilità del mantenimento della pace sulla base del sistema di sicurezza collettiva.

Il Consiglio ha poteri di natura conciliativa che si sviluppano attraverso raccomandazioni alle parti coinvolte in una controversia. Ha anche poteri di natura coercitiva che vengono applicati in caso di reale minaccia alla pace o in caso di aggressione: può farne ricorso attraverso misure preventive o dirette contro gli Stati trasgressori.

Le misure possono essere sia di natura economica che militare. Di fatto parliamo di tre possibili interventi: provvisori (per la prevenzione), non implicanti l’uso della forza, oppure attraverso l’uso della forza.

Chi fa parte del Consiglio di sicurezza dell’Onu

Il Consiglio di sicurezza dell’Onu è composto da 15 membri di cui cinque permanenti, che sono:

  • Cina
  • Francia
  • Regno Unito
  • Russia
  • Stati Uniti.

Gli altri dieci membri sono eletti ogni due anni dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Per l’elezione dei membri non permanenti la scelta ricade su stati che abbiano fornito un importante contributo al mantenimento della pace e della sicurezza internazionale, considerando anche il criterio dell’equa distribuzione geografica.

Ogni anno vengono eletti cinque membri non permanenti e il mandato dura due anni a partire dal primo gennaio. Per il 2021 e il 2022 i membri sono: India, Irlanda, Kenya, Messico, Norvegia. Per il 2022 e 2023: Albania, Brasile, Gabon, Ghana, Emirati Arabi Uniti.

Consiglio di sicurezza Onu, come vota e il potere di veto

Quando si vota una risoluzione del Consiglio di sicurezza dell’Onu i membri permanenti hanno potere di veto: possono impedire l’adozione di una delibera del Consiglio. Le decisioni sul ricorso alle misure per risolvere un conflitto devono essere adottate con il voto a favore di almeno nove membri, fermo restando il potere di veto dei membri permanenti.

Iscriviti a Money.it