Congedo straordinario e CIG: quale indennità spetta?

E’ possibile richiedere il congedo straordinario retribuito quando si sta fruendo della cassa integrazione? Vediamo cosa è previsto.

Congedo straordinario e CIG: quale indennità spetta?

Cosa accade al lavoratore dipendente che, pur essendo in cassa integrazione, dovendo assistere un familiare con grave handicap voglia optare per la fruizione del congedo straordinario retribuito? Quale sarebbe l’indennità spettante e quando vi è il diritto di fruizione?

Rispondiamo ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Sono dipendente con contratto a tempo indeterminato 40 ore settimanali, sempre nello stesso ufficio, dal 2008.
In questo periodo abbiamo usufruito della CIG in deroga , quindi 20 ore settimanali di lavoro e 20 ore di CIG.
Quindi la mia busta paga ha un importo meta’ per lavoro e meta’ circa per CIG.
Avendo un genitore di 91 anni , che abita con me, con legge 104 art.3 comma 3 ,sto pensando di far richiesta di congedo straordinario biennale.
Mi chiedo quale può’ essere l’importo che mi verrà’ elargito , in quanto tutti mi dicono che sarà’ l’importo dell’ultima busta paga .
Ma... l’importo dell’ultima paga base o la paga base detratta la CIG ?
Attendo Vs. cortese risposta prima di passare alla richiesta di congedo straordinario.
Vi faccio i complimenti perché’ le Vs. risposte sono sempre molto precise.
Ringrazio e saluto.”

Congedo straordinario in cassa integrazione

Sulla fruizione del congedo straordinario retribuito previsto dalla legge 151 del 2001 durante i periodi di cassa integrazione e sul calcolo dell’indennità spettante, interviene l’interpello del Ministero del Lavoro numero 70 del 12 ottobre 2009.

Quando un lavoratore ha una sospensione parziale dell’orario di lavoro, come nel suo caso, il congedo straordinario retribuito può essere richiesto soltanto per la parte di orario di lavoro non interessato dalla cassa integrazione.

In questo caso, quindi, il lavoratore continuerà a percepire l’integrazione salariale per le ore di cassa integrazione mentre percepirà l’indennità spettante per il congedo straordinario retribuito soltanto per le ore di effettivo lavoro.

L’indennità spettante per il congedo straordinario retribuito, in ogni caso, verrebbe calcolata sull’ultima retribuzione percepita al netto del trattamento integrativo.

Nel suo caso, quindi, a livello di retribuzione mensile poco cambierebbe visto che per l’integrazione salariale non verrebbe riconosciuto il congedo straordinario retribuito visto che, non dovendo prestare attività lavorativa è già possibile adempiere al lavoro di cura e di assistenza del disabile.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories