Conferenza stampa Conte oggi, il premier parlerà nonostante la crisi di governo?

Alessandro Cipolla

15 Gennaio 2021 - 11:34

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Conferenza stampa Conte: resta da capire se oggi il premier andrà a illustrare di persona le novità dell’ultimo DPCM, visto il particolare momento del suo governo che da mercoledì deve fare a meno delle ministre di Italia Viva.

Conferenza stampa Conte oggi, il premier parlerà nonostante la crisi di governo?

Via libera da parte del governo al nuovo DPCM, che entrerà in vigore a partire dal 16 gennaio e avrà una durata fino al 5 marzo, ma resta ancora da capire se ci sarà oggi una conferenza stampa da parte di Giuseppe Conte.

Al momento infatti non è stata ancora fatta nessuna comunicazione a riguardo da parte dello staff di Palazzo Chigi, ma da quando è scoppiata la pandemia finora Conte ha sempre illustrato ogni DPCM attraverso una conferenza stampa.

Questa volta però lo scenario è diverso per il premier: con le dimissioni delle ministre Bellanova e Bonetti, si è in pratica aperta una crisi di governo con Conte che a inizio della prossima settimana sarà in Parlamento per incassare una nuova fiducia.

Lo strappo di Italia Viva non ha comunque impedito al governo di delineare i dettami del nuovo DPCM, che va così a sostituire quello emanato lo scorso 3 dicembre e poi “corretto” dal DL Natale dove sono state inasprite le misure in vista delle feste.

Conferenza stampa Conte oggi: sarà illustrato il nuovo DPCM?

Se non dovesse esserci uno strappo a quella che ormai può essere definita una consuetudine, oggi Giuseppe Conte dovrebbe tenere una conferenza stampa per illustrare il testo che entrerà in vigore dal 16 gennaio.

Tra le novità più importanti del nuovo DPCM, c’è la proroga al 30 aprile dello stato di emergenza, il mantenimento dei colori per la valutazione delle Regioni con l’aggiunta però della zona bianca, lo stop fino al 15 febbraio per gli impianti sciistici e quello fino al 5 marzo per palestre e cinema.

Potranno tornare a essere aperti invece i musei nei giorni feriali ma solo nelle zone gialle, mentre fino al prossimo 15 febbraio è confermato il divieto di spostamento tra Regioni a prescindere dal colore.

In una sorta di binario parallelo a questo ennesimo DPCM licenziato per contrastare l’emergenza Covid, tra le fila della maggioranza si è consumato però l’addio di Italia Viva che ha innescato una crisi di governo.

Resta da capire in questo momento così caotico se alla fine si terrà o meno la consueta conferenza stampa di Giuseppe Conte, con il premier che inevitabilmente sarebbe nel caso incalzato non soltanto sul DPCM ma anche sul futuro del proprio governo.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories