Concorso scuola, 6.000 posti materie scientifiche (STEM): c’è il bando. Date, requisiti e prove

Teresa Maddonni

16/06/2021

16/06/2021 - 13:52

condividi

Concorso scuola per materie scientifiche STEM: bando di modifica in Gazzetta Ufficiale per oltre 6.000 posti. C’è anche il calendario delle prove. Vediamo date, requisiti e la modalità semplificata.

Concorso scuola, 6.000 posti materie scientifiche (STEM): c'è il bando. Date, requisiti e prove

Il concorso scuola per materie scientifiche STEM per 6.000 posti prenderà presto il via grazie al bando di modifica pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Le novità per l’anticipo del concorso scuola ordinario per le sole materie STEM bandito nel 2020 sono state introdotte dal decreto Sostegni bis e finalmente arrivano indicazioni dal Miur con il diario delle prove, quindi con le date previste per le selezioni che partiranno nella prima settimana di luglio.

Il nuovo concorso scuola per materie scientifiche STEM (dall’inglese Science, Technology, Engineering, Mathematics) si svolgerà con la modalità semplificata come previsto dal decreto n.73 del 25 maggio 2021 e rappresenta un anticipo del bando 2020 per la secondaria di primo e secondo grado.

È proprio il bando 2020 in ogni caso a definire i requisiti per il nuovo concorso scuola 2021 STEM per il quale infatti non sono stati riaperti i termini di iscrizione.

Vediamo, sulla base delle indicazioni fornite dal bando e dal Miur, come sono divisi per classe di concorso e regione gli oltre 6.000 posti e il calendario ufficiale con le date delle prove che prenderanno il via venerdì 2 luglio 2021.

Concorso scuola materie scientifiche (STEM) per 6.129 posti: bando

Per il nuovo concorso scuola sono 6.129 i posti in materie scientifiche STEM previsti dal decreto Sostegni bis per diverse classi di concorso. Il bando modifica le prove come stabilito dalla nuova disposizione normativa.

Nel dettaglio il decreto stabilisce che in via straordinaria venga anticipata in estate il concorso scuola ordinario solo per alcuni docenti appunto STEM. Le classi di concorso, con il numero di posti corrispondente, sono le seguenti:

  • A020 - Fisica nelle scuola superiori per 282 posti;
  • A026 - Matematica nelle scuole superiori per 1.005 posti;
  • A027 - Matematica e Fisica alle superiori per 815 posti;
  • A028 - Matematica e Scienze alle medie per 3.124;
  • A041 - Scienze e Tecnologie informatiche per 90 posti alle superiori.

I posti per il nuovo concorso scuola sono così divisi per regione come riportiamo nella seguente tabella.

Regione A020 Fisica A026 Matematica A027 Matematica e Fisica A028 Matematica e scienze A041 Scienze e Tecnologie informatiche
Abruzzo 4 9 11 37 11
Basilicata 3 8 10 47 4
Calabria 3 36 42 100 19
Campania 17 77 102 309 71
Emilia Romagna 35 110 54 282 83
Friuli Venezia Giulia 8 23 11 80 26
Lazio 21 76 90 232 47
Liguria 8 38 27 71 29
Lombardia 59 192 134 717 186
Marche 14 39 23 71 29
Molise 3 10 11 15 11
Piemonte 29 93 65 292 87
Puglia 9 39 40 139 54
Sardegna 10 40 36 144 33
Sicilia 4 14 8 86 42
Toscana 24 101 96 177 74
Umbria 3 8 5 35 8
Veneto 28 92 50 290 89
Totale 282 1.005 815 3.124 903

Concorso scuola materie STEM: requisiti

Abbiamo visto come sono divisi i posti del concorso scuola per materie scientifiche STEM, concorso al quale non è più possibile candidarsi. Possono pertanto partecipare al nuovo concorso scuola i candidati che entro il 31 luglio 2020 hanno risposto al bando del 28 aprile precedente per la procedura ordinaria e per le specifiche classi di concorso che abbiamo sopra riportato.

I candidati al nuovo concorso scuola ordinario, lo ricordiamo, devono avere uno dei seguenti requisiti in alternativa:

  • abilitazione specifica sulla classe di concorso;
  • laurea relativa alla specifica classe di concorso e 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche;
  • abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di Istruzione, fermo restando il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso ai sensi della normativa vigente.

Al concorso scuola per oltre 6.000 docenti in materie scientifiche STEM potranno quindi partecipare anche aspiranti insegnanti senza esperienza nella scuola.

Concorso scuola materie scientifiche STEM: le date

Le date della prova del concorso scuola STEM per materie scientifiche sono state comunicate dal Miur in concomitanza alla pubblicazione del bando in GU.

Il diario delle prove, il calendario ufficiale, divide le selezioni in diverse sessioni tra mattutine e pomeridiane in modo da non creare problemi di sicurezza.

Classe di ConcorsoDataTurno
A026 - MATEMATICA 02-07-2021 Mattutino
A041- SCIENZE E TECNOLOGIE INFORMATICHE 02-07-2021 Pomeridiano
A020 - FISICA 05-07-2021 Mattutino
A027 - MATEMATICA E FISICA 05-07-2021 Pomeridiano
A028 – Turno 1 MATEMATICA E SCIENZE 06-07-2021 Mattutino
A028 – Turno 2 MATEMATICA E SCIENZE 06-07-2021 Pomeridiano
A028 – Turno 3 MATEMATICA E SCIENZE 07-07-2021 Mattutino
A028 – Turno 4 MATEMATICA E SCIENZE 07-07-2021 Pomeridiano
A028 – Turno 5 MATEMATICA E SCIENZE 08-07-2021 Mattutino

Le prove del concorso scuola STEM si terranno quindi dal 2 al 7 luglio in sessioni mattutine e pomeridiane con pausa il sabato 3 e la domenica 4 luglio.

La prova del concorso scuola STEM si svolge nella regione per la quale il candidato ha presentato domanda di partecipazione. Per conoscere le sedi di svolgimento il Miur invita i candidati a consultare i siti degli Uffici Scolastici Regionali (clicca qui).

Per quanto riguarda il concorso scuola per le materie scientifiche STEM ci sono inoltre altre due date da tenere a mente. Nel dettaglio:

  • entro il 31 luglio 2021 viene formata la graduatoria dei vincitori;
  • entro il 30 ottobre 2021 sono previste le assunzioni e quindi le immissioni in ruolo se le graduatorie vengono approvate entro quella data.
Bando di modifica
Bando concorso scuola materie scientifiche STEM

La prova in modalità semplificata

La prova del nuovo concorso scuola si svolge con la modalità semplificata. Nel dettaglio il nuovo concorso consiste in:

  • unica prova scritta con più quesiti a risposta multipla, volta all’accertamento delle conoscenze e competenze del candidato sulle discipline della classe di concorso o tipologia di posto per la quale partecipa, nonché sull’informatica e sulla lingua inglese;
  • prova orale, valutata al massimo 100 punti e superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti.

La prova scritta del nuovo concorso scuola ordinario sarà computer-based , si svolgerà nelle sedi individuate dagli Uffici Scolastici Regionali, e consiste nella somministrazione di 50 quesiti con 4 opzioni di risposta:

  • 40 dei quali vertenti sui programmi previsti dall’allegato A che riportiamo di seguito al decreto del Ministro dell’istruzione 20 aprile 2020, n. 201 per la singola classe di concorso;
  • 5 sull’informatica;
  • 5 sulla lingua inglese.

Nel dettaglio per la classe di concorso A027-Matematica e Fisica la prova scritta sarà così articolata:

  • 20 quesiti di matematica;
  • 20 quesiti di fisica.
  • 5 sull’informatica;
  • 5 sulla lingua inglese.

Per la classe di concorso A028 – Matematica e scienze invece sono previsti:

  • 20 quesiti di matematica;
  • 20 quesiti nell’ambito delle scienze chimiche, fisiche, biologiche e naturali;
  • 5 sull’informatica;
  • 5 sulla lingua inglese.
ALLEGATO A
Programma per classi di concorso

La valutazione della prova è effettuata assegnando:

  • 2 punti a ciascuna risposta esatta;
  • 0 punti alle risposte non date o errate.

La prova scritta è valutata al massimo 100 punti ed è superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti. Lo stesso vale per la prova orale.

Il decreto stabilisce che non sono preventivamente pubblicati i quesiti, vale a dire le banche dati.

La prova orale, stabilisce il bando, viene svolta dai candidati che abbiano superato la prova scritta. I temi della prova orale sono predisposti dalle commissioni giudicatrici e la stessa si svolge secondo le modalità previste all’art. 9, commi 7 e 8, del decreto ministeriale 20 aprile 2020 n. 201. Secondo i commi 7 e 8 la prova orale del concorso scuola STEM è finalizzata all’accertamento della preparazione del candidato secondo quanto previsto dall’allegato A e valuta la padronanza delle discipline, ma anche la capacità di progettazione didattica efficace, anche con riferimento alle TIC. La prova orale consiste nella progettazione di una attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle TIC. Come si legge nel decreto 2020:

“La commissione interloquisce con il candidato e accerta altresì la capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue. 8. L’allegato A individua le classi di concorso per le quali, ai sensi dell’art. 6, comma 4 del decreto legislativo, è svolta, nell’ambito della prova orale, la prova pratica e ne definisce i criteri di predisposizione da parte delle commissioni giudicatrici e le tempistiche di svolgimento.”

Per il concorso STEM la prova pratica, secondo l’allegato A che abbiamo riportato, devono svolgerla le seguenti classi di concorso:

  • A020 - Fisica;
  • A027 - Matematica e Fisica;
  • A028 - Matematica e Scienze.

Anche la prova pratica viene valutata con un massimo di 100 punti e il voto complessivo (prova orale e prova pratica) è dato dalla media aritmetica delle rispettive valutazioni fermo restando che superano la prova i candidati che conseguono un punteggio complessivo minimo di 70 punti su 100 come anticipato.

Chi viene bocciato al nuovo concorso scuola per le materie scientifiche STEM potrà partecipare al successivo, regola che non vale per le altri classi di concorso.

Iscriviti a Money.it