Concorso scuola: assunzioni insegnanti primaria e infanzia possono slittare al 2017?

In seguito alla pubblicazione da parte del Miur delle date del Concorso scuola 2016, si teme che le assunzioni degli insegnanti di primaria e infanzia possano slittare al 2017.

Le assunzioni degli insegnanti di primaria e di infanzia rischiano di slittare al 2017 dopo la pubblicazione delle date del Concorso scuola 2016 da parte del Miur.
Dal calendario, infatti, si evince che i docenti di primaria e infanzia dovranno sostenere le prove scritte il 30 e il 31 maggio, ossia gli ultimi due giorni utili.
Il rischio è quindi quello che i tempi risultino troppo stretti e che per l’assunzione occorrerà attendere l’anno scolastico successivo.
Cosa potrebbe succedere?

Per consultare il calendario completo delle prove scritte del Concorso scuola 2016 leggi anche: Concorso Scuola 2016, calendario prove scritte: date ufficializzate dal MIUR

Assunzioni insegnanti primaria e infanzia: possibile slittamento al 2017?
Come anticipato più sopra, le assunzioni degli insegnanti di primaria e infanzia previste per il prossimo anno scolastico rischiano di slittare a quello successivo e quindi al 2017.
Lo slittamento sarebbe dovuto alla calendarizzazione delle prove scritte del Concorso scuola 2016: quelle relative alla scuola primaria e d’infanzia sono state previste per il 30 e 31 maggio, ossia gli ultimi due giorni utili disponibili.
A rendere complicata la chiusura della procedura nei tempi richiesti per permettere l’assunzione dei docenti già per il prossimo anno scolastico è il numero dei partecipanti al concorso per la scuola primaria e d’infanzia di gran lunga superiore a quello di coloro che parteciperanno alle classi di concorso per la scuola secondaria.
Sarà quindi necessario un calendario più lungo per le prove orali, che potrebbe portare a un ritardo nell’assunzione degli insegnanti.

Assunzioni insegnanti primaria e infanzia: cosa potrebbe succedere in caso di slittamento?
Lo slittamento delle assunzioni degli insegnanti di primaria e infanzia potrebbe essere una notizia positiva per i docenti già collocati nelle graduatorie di merito del concorso a cattedra 2012 e che non sono stati assunti nel piano straordinario 2015/16.
Il Ministro Giannini aveva già aperto alla possibilità di assunzioni interregionali rispondendo a un’interrogazione parlamentare: in base a quanto annunciato, il Governo si sarebbe impegnato a dare la possibilità di un’opzione interregionale a chi non trova posto nella propria regione, per il 50% dei posti disponibili. Tuttavia alle parole non è seguito nessun intervento.

Assunzioni insegnanti primaria e infanzia: le dichiarazioni dell’Anief
Sulla vicenda si è espresso anche Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, che ha commentato in particolar modo la situazione degli insegnanti che hanno vinto il concorso del 2012 e che non sono ancora stati immessi in ruolo:

“Secondo il nostro sindacato tutte le assunzioni conquistate con la procedura concorsuale del 2012 vanno perfezionate prima che si porti a termine il concorso docenti 2016. Anief ha quindi deciso di rivolgersi al Giudice del Lavoro e chiedere l’immediata immissione in ruolo dei vincitori della scuola dell’Infanzia. È una richiesta sacrosanta, che diventa ancora più necessaria dopo la decisione del Miur di non attuare nemmeno un’immissione in ruolo a favore di questa categoria in corrispondenza del potenziamento attuato nella fase C della riforma”.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Concorsi pubblici

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.