Concorso INPS per 165 informatici: bando, requisiti, domanda, prove d’esame

Come effettuare la domanda di partecipazione al concorso INPS per 165 informatici. Tutti i requisiti e i dettagli sulle prove d’esame previste dal bando.

Concorso INPS per 165 informatici: bando, requisiti, domanda, prove d'esame

E’ stato indetto un concorso INPS, per titoli ed esami, al fine di assumere 165 informatici, da inquadrare in area C, posizione economica C1. Il bando relativo è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 6 ottobre 2020. Il concorso prevede un anno di permanenza presso la Direzione centrale tecnologia, informatica e innovazione della Direzione Generale, che poi verranno distribuiti in tutta Italia.

Il requisito del titolo di studio

Per potersi candidare ad uno dei 165 posti da informatico (che verranno assunti con contratto non dirigenziale a tempo pieno e indeterminato) messi a concorso dall’INPS, si deve essere in possesso di una delle seguenti lauree:

  • laurea triennale in ingegneria dell’informazione; in scienze e tecnologie fisiche; in scienze e tecnologie informatiche; in scienze matematiche; in statistica o equipollenti.

Altri requisiti

  • cittadinanza italiana;
  • non essere stato destituito, dispensato, licenziato da un’occupazione presso una pubblica amministrazione e di non essere decaduto da un altro impiego pubblico, o interdetto dai pubblici uffici;
  • non aver subito una o più condanne penali (anche se passate in giudicato);
  • aver assolti agli obblighi di leva;
  • godimento dei diritti politici e civili;
  • idoneita’ fisica all’impiego.

Come presentare la domanda

La domanda di partecipazione al concorso INPS che prevede l’assunzione di 165 informatici, deve essere effettuata esclusivamente via on-line, entro le ore 16:00 del 7/11/2020. Dopo aver effettuato l’accesso al portale INPS tramite lo SPID, il PIN INPS o la Carta Nazionale dei Servizi oppure la carta d’identità elettronica, ci si deve recare su questa pagina per la compilazione del modulo apposito. La richiesta va stampata, firmata e consegnata il giorno prima della prova scritta, oppure nel caso ci sia, della prova preselettiva.

Prove d’esame

Dopo l’eventuale prova preselettiva, che scatta nel caso il numero di domande sia superiore a 2.500, i candidati dovranno superare due prove scritte e una prova orale. Si ricorda che la prova preselettiva consiste nel rispondere a quesiti di logica a risposta multipla, di tipo psicoattitudinale, logica, lingua inglese, competenze informatiche, cultura generale. Accederanno alla successive prove scritte, un numero pari a dieci volte quello dei posti messi a concorso. L’esito della prova preselettiva sarà disponibile sul portale dell’INPS.

La prima prova scritta consiste in una serie di domande che prevedono la risposta multipla e che hanno le seguenti materie come oggetto dell’esame:

  • Architettura dei sistemi elaborativi e reti;
  • Metodologie DevOps, Agile;
  • Cloud Computing;
  • Ingegneria del software;
  • Intelligenza Artificiale;
  • Blockchain;
  • Data governance e DBMS;
  • Data science.

La seconda prova scritta a cui accedono coloro che hanno ottenuto un punteggio di almeno 21/30, prevede altri quesiti a risposta multipla che riguardano:

  • Reti di telecomunicazione;
  • Sicurezza informatica;
  • Metodologie di sviluppo e di gestione dei progetti;
  • Organizzazione e la gestione nella fase di erogazione dei servizi informatici;
  • Realizzazione di servizi su piattaforme Cloud.

Alla prova orale avranno accesso i candidati che avranno ottenuto un punteggio di almeno 21/30 nella seconda prova scritta. Il colloquio tenuto con la commissione esaminatrice, si basa sulle materie che sono già state oggetto d’esame delle prove scritte, inoltre, sull’ordinamento e l’organizzazione INPS, e ancora in una verifica della conoscenza della lingua inglese, previo conversazione.

La commissione esaminatrice procederà anche alla valutazione dei titoli che potrà raggiungere un massimo di nove punti.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories