Comprare casa a 1 euro: ecco dove (e come) fare

Laura Pellegrini

1 Marzo 2021 - 12:41

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Case in vendita a 1 euro? Sì, è possibile. Per ripopolare i piccoli Comuni situati in tutta Italia, si possono acquistare immobili a una cifra simbolica pari a 1 euro: ecco dove si trovano e quali sono le condizioni per acquistarli.

Comprare casa a 1 euro: ecco dove (e come) fare

Comprare casa è l’obiettivo di tantissimi giovani ragazzi che puntano a raggiungere la propria indipendenza. Con la crisi economica e con tutte le incognite relative al lavoro e alle spese, però, l’acquisto di un immobile è sempre una scelta intrapresa dalla minoranza. Si tratta, infatti, di una spesa che non tutti riescono a sostenere, soprattutto a causa di prezzi particolarmente elevati che si registrano in alcune grandi città.

Al tempo stesso, in Italia alcuni Comuni o borghi si stanno gradualmente spopolando: le persone, soprattutto i più giovani, fuggono da questi piccoli centri per cercare lavoro o fortuna in città metropolitane, bloccando il ricambio generazionale.

Una soluzione a questo allarmante fenomeno sembra essere stata trovata da vari Comuni d’Italia, che hanno proposto case in vendita a 1 euro tramite bandi pubblici, attraverso l’omonimo progetto Case a 1 euro. Quali sono i Comuni italiani dove si può comprare casa a 1 euro? Quali sono i requisiti e le condizioni da rispettare?

Comprare casa a 1 euro: come fare

Comprare case a 1 euro è possibile, grazie alle procedure pubbliche promosse da diversi Comuni, finalizzate alla vendita simbolica di immobili antichi e non utilizzati. Si tratta di appartamenti e ville di privati cittadini da Nord a Sud destinate all’abbandono o alla demolizione, che in questo modo possono essere ristrutturate e riacquisire valore. Ovviamente chi compra casa a 1 euro dovrà rispettare alcune condizioni.

Per procedere con l’acquisto del bene, alla cifra di 1 euro, bisogna garantire:

  • la ristrutturazione e rivalutazione dell’immobile entro 365 giorni dall’acquisto, per un valore di circa 20-25 mila euro;
  • le spese notarili per la registrazione, le volture e l’accatastamento dell’immobile;
  • che i lavori verranno avviati a due mesi di distanza dal momento in cui si avranno tutti i permessi;
  • una polizza fideiussoria di 5 mila euro della durata di tre anni a garanzia dell’acquisto per il Comune.

Comprare casa a 1 euro, dunque, è possibile, ma l’acquirente dovrà assicurare la copertura dei costi di ristrutturazione degli immobili. Sono comunque attivi dei contributi per ristrutturazioni edilizie e energetiche, come per esempio il bonus ristrutturazione, inserito nella Legge di Bilancio 2021.

Casa a 1 euro in Italia: dove acquistarle

Diversi Comuni italiani hanno messo a disposizione case a 1 euro aderendo all’iniziativa con il bando pubblico per l’assegnazione degli immobili. L’elenco dei Comuni che offrono case in vendita a un euro comprende le Regioni sia del Nord sia del Sud, passando anche per le Isole, ed è disponibile sul sito ufficiale casea1euro.it.

Ecco l’elenco completo delle case disponibili a 1 euro:

  • Oyace (Aosta) – Valle D’Aosta;
  • Augusta (Siracusa) – Sicilia;
  • Biccari (Foggia) – Puglia;
  • Castropignano (Campobasso) – Molise;
  • Laurenzana (Potenza) – Basilicata;
  • Santo Stefano di Sessanio (L’Aquila) – Abruzzo;
  • Taranto – Puglia;
  • Racalmuto (Agrigento) – Sicilia;
  • Troina (Enna) – Sicilia;
  • Rose (Cosenza) – Calabria;
  • Itala (Messina) – Sicilia;
  • Teora (Avellino) – Campania;
  • Bisaccia (Avellino) – Campania;
  • Milano – Lombardia;
  • Montresta (Oristano) – Sardegna;
  • Cammarata (Agrigento) – Sicilia;
  • Caprarica di Lecce (Lecce) -Puglia;
  • Saponara (Messina) – Sicilia;
  • Bivona (Agrigento) – Sicilia;
  • Borgomezzavalle (Verbano Cusio Ossola) – Piemonte;
  • Sambuca (Agrigento) – Sicilia;
  • Cantiano (Pesaro Urbino) – Marche;
  • Zungoli (Avellino) – Campania;
  • Mussomeli (Caltanisetta) – Sicilia;
  • Fabbriche di Vergemoli (Lucca) – Toscana;
  • Ollolai (Nuoro) – Sardegna;
  • Nulvi (Sassari) – Sardegna;
  • Gangi (Palermo) – Sicilia;
  • Regalbuto (Enna) – Sicilia;
  • Salemi (Trapani) – Sicilia;
  • Lecce nei Marsi (L’Aquila) – Abruzzo;
  • Patrica (Frosinone) – Lazio;
  • Termini Imerese (Palermo) – Sicilia;
  • Montieri (Grosseto) – Toscana.

Comprare casa a 1 euro: i requisiti

Come per ogni bando ad evidenza pubblica anche per acquistare le case a 1 euro bisogna avere requisiti specifici, che variano al variare dei Comuni. In tutti i casi, comunque, possono partecipare ai bandi:

  • ditte individuali, Agenzie e/o Società che abbiano nel proprio oggetto sociale la gestione di immobili per uso turistico e ricettivo;
  • privati cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari.

Le imprese, le società e i consorzi devono:

  • essere iscritti alla C.C.I.A.A. per finalità inerenti l’oggetto del presente avviso;
  • essere in regola con le vigenti disposizioni in materia di contributi assistenziali e previdenziali (INPS, INAIL, ecc.) ;
  • non essere soggetti alle procedure concorsuali di cui al R.D. 16 marzo 1942, n. 267 e successive modificazioni o integrazioni.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO