Come si diventa Dirigente scolastico? Procedimento e stipendio

Chi vuole diventare dirigente scolastico deve superare il concorso pubblico bandito dal Miur. Requisiti di partecipazione materie da studiare.

Come si diventa Dirigente scolastico? Procedimento e stipendio

Per diventare Dirigente scolastico occorre superare un concorso pubblico per titoli ed esami volto ad accertare la formazione culturale e professionale e le capacità amministrative e gestionali del partecipante.

Il Dirigente scolastico, infatti, svolge un ruolo di primaria importanza all’interno dell’Istituto scolastico: ha poteri di direzione e coordinamento degli insegnanti, organizza l’attività scolastica e gestisce le risorse finanziarie e strumentali a disposizione.

Dirigente scolastico: chi può diventarlo?

Per diventare Dirigente scolastico bisogna superare il corso-concorso pubblico bandito dal Miur e destinato al personale docente con questi requisiti:

  • assunti con contratto a tempo indeterminato;
  • confermati in ruolo;
  • in possesso del diploma di laurea a ciclo unico magistrale o laurea specialistica, oppure di diploma accademico di II livello rilasciato dalle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica o di diploma accademico di vecchio ordinamento congiunto con diploma di istituto secondario superiore;
  • che abbia prestato servizio nelle istituzioni scolastiche per almeno 5 anni.

Come si dimostra l’anzianità di servizio?

Ai fini di mostrare l’anzianità di servizio sono considerati validi:

  • i servizi prestati anche prima dell’immissione in ruolo, sempre che al momento della partecipazione al concorso il docente sia già passato di ruolo;
  • i servizi valutabili come servizio di “preruolo” all’interno delle scuole paritarie riconosciute dalla legge n. 62 del 2000.

Precisiamo che il servizio si intende prestato per un anno se ha avuto la durata di almeno 180 giorni oppure se sia stato prestato in maniera continuativa da febbraio fino allo scrutinio finale.

Dirigente scolastico: il concorso pubblico

Il concorso pubblico per diventare Dirigente scolastico prevede una prova scritta, una orale ed un eventuale prova preselettiva (50 quiz sulle materie delle altre prove) quando gli iscritti superano di almeno 3 volte il numero dei posto messi al bando.

Sia la prova scritta che la prova orale si basano sulle seguente materie:

  • normative del sistema educativo di istruzione e di formazione e agli ordinamenti degli studi in Italia, con particolare attenzione ai processi di riforma in atto;
  • modalità di conduzione delle organizzazioni complesse, con particolare riferimento alla realtà delle istituzioni scolastiche ed educative statali;
  • processi di programmazione, gestione e valutazione delle istituzioni scolastiche, con particolare riferimento alla predisposizione e gestione del Piano Triennale dell’Offerta Formativa, all’elaborazione del Rapporto di Autovalutazione e del Piano di Miglioramento;
  • organizzazione degli ambienti di apprendimento, con particolare attenzione all’inclusione scolastica, all’innovazione digitale e ai processi di innovazione nella didattica;
  • organizzazione del lavoro e gestione del personale, soprattutto in ambito scolastico;
  • valutazione ed autovalutazione del personale, degli apprendimenti e dei sistemi e dei processi scolastici,
  • elementi di diritto civile e amministrativo, con riferimento alle obbligazioni giuridiche e alle responsabilità del dirigente scolastico;
  • elementi di diritto penale con particolare riferimento ai delitti contro la Pubblica Amministrazione e in danno di minorenni;
  • contabilità di Stato, soprattutto in materia di programmazione e gestione finanziaria presso le istituzioni scolastiche ed educative statali e relative aziende speciali;
  • competenze informatiche;
  • sistemi educativi dei Paesi dell’Unione europea;
  • lingua straniera prescelta dal candidato tra francese, inglese, tedesco e spagnolo al livello B2 del CEF.

I candidati che superano il concorso pubblico accedono ad un corso di formazione della durata di 4 mesi a cui segue un tirocinio della stessa durata. Dopo l’espletamento del tirocinio, il vincitore viene sottoposto ad un colloquio finale superato il quale si viene inseriti in graduatoria.

Quanto guadagna un Dirigente scolastico?

Lo stipendio dei Dirigenti Scolastici si suddivide in due parti, una fissa e una variabile. Quella fissa è il risultato della somma di varie voci, quali:

  • stipendio tabellare: 3.331,61 euro mensili;
  • retribuzione di posizione (quota fissa): 273,59 euro mensili;
  • indennità di vacanza contrattuale: 24,99 euro mensili.

C’è poi la retribuzione variabile che si divide in due voci:

  • retribuzione variabile di posizione;
  • retribuzione di risultato: non viene pagata mensilmente ma in un’unica soluzione annua.

Gli importi di queste due voci variano a seconda della Regione in cui si è impiegati. Per questo motivo lo stipendio di un Dirigente Scolastico non è fisso ma varia a seconda della zona in cui si ricopre l’organico.

Per conoscere la retribuzione del Dirigente scolastico nelle diverse Regioni d’Italia, si raccomanda la lettura del nostro articolo di approfondimento su quanto guadagna un Dirigente scolastico.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

2138 voti

VOTA ORA