Fino a 10.000 euro di bonus per chi sceglie di acquistare un nuovo veicolo a quattro ruote con gli incentivi auto: ma come funziona e quali sono i migliori modelli su cui investire?

Dalle auto elettriche a quelle Euro 6: le somme erogate dagli incentivi auto sono diverse e variano a seconda di alcune varianti, come l’abbinamento a una rottamazione o agli Ecobonus, ma il risparmio maggiore lo si ha proprio sui modelli green che permettono di sfruttare al massimo gli incentivi proposti dal Governo.

I modelli tra cui scegliere sono diversi e le modalità di utilizzo varie: ecco come funzionano gli incentivi auto e alcuni esempi pratici di risparmio.

Incentivi auto 2020: come funziona il bonus fino a 10.000 euro

Gli incentivi saranno attivi per tutti dal 1 agosto al 31 dicembre 2020. Le somme più generose si hanno per i modelli green come le auto elettriche e plug in hybrid, che vanno appunto fino a 10.000 euro: a queste si aggiungono gli incentivi per gli Euro 6 pari a 3.500 euro (1.500 euro dall’incentivo statale e 2.000 euro da parte del concessionario) se si rottama un veicolo vecchio di almeno 10 anni.

In questo caso il contributo vale per auto che hanno emissioni comprese tra i 61 e 110 grammi per km di CO2 e con un costo iniziale che rientri entro i 40 mila euro. Se non avete un auto da rottamare le somme erogate dal bonus vengono dimezzate per un totale di 1.750 euro (pari a 750 euro dall’incentivo statale e 1.000 euro da parte del concessionario).

Incentivi auto 2020 per elettrico e ibride: quanto si risparmia?

L’offerta più vantaggiosa arriva dagli incentivi relativi alle auto elettriche o ibride. Il bonus qui arrivano a 2.000 euro, cifra che raddoppia in caso di rottamazione.

C’è poi da tenere presente l’Ecobonus, già presente da tempo: è grazie a questo che chi sceglie di acquistare un auto elettrica può puntare a uno sconto finale di 10.000 euro per l’auto elettrica e 6.500 euro per la ibrida plug-in (sempre se si sceglie di rottamare un modello già in vostro possesso).

Senza sfruttare la rottamazione si scende rispettivamente a 6.000 euro (elettrico) e 3.500 euro (ibrido).

Di seguito ecco una tabella riassuntiva completa con tipo di auto e relativo bonus con e senza rottamazione:

Tipologia AutoCon rottamazioneSenza rottamazione
Euro 6 di almeno 10 anni 3.500 euro di sconto 1.750 euro di sconto
Green elettrica o ibrida plug-in 4.000 euro 2.000 euro
Elettrica + Ecobonus 10.000 euro 6.000 euro
Ibrido plug-in + Ecobonus 6.500 euro 3.500 euro

Incentivi auto 2020: come risparmiare sui migliori modelli

Veniamo all’atto pratico e proviamo ad applicare lo sconto su alcuni dei migliori modelli in commercio, in modo da massimizzare il risparmio puntando alla qualità.

Prendiamo ad esempio la BMW i3, ovvero la prima auto elettrica prodotta in serie dalla casa automobilistica tedesca: zero emissioni e una velocità in grado di percorrere i 200 km/h che parte da 39.150 euro nella versione base (ridotti a 29,150 sfruttando appieno gli incentivi, 33.150 euro senza rottamazione). Sale il prezzo per il modello full optional i3s Range Extender che si staglia a 41.500 euro (in questo caso si può scegliere, secondo sempre lo stesso ragionamento, tra un costo pari a 31.500 euro e 35.500 euro).

C’è poi la più tradizionale Mazda MX 30, un SUV elettrico che riesce a percorrere fino a 200 km con una singola ricarica completa (grazie a una batteria da 35,5 kWh). La versione base parte da 37.600 euro (ridotti a 27.600 euro applicando gli incentivi nella loro interezza e 31.600 euro senza rottamazione).

Diamo un’occhiata ai modelli ibridi plug-in. La Ford Kuga plug-in hybrid offre tutto quello che serve da un SUV che guarda al green: il prezzo base parte da 38.250 euro che scendono a 31.750 euro e 35.020 euro con e senza rottamazione.

Altro esempio? Kia Niro Plug in (PHEV): SUV dall’ottimo rapporto qualità/prezzo che parte da 36.250 euro, ridotti a 29.750 euro e 32.750 euro a seconda del tipo di bonus applicato.