Ecobonus auto: cos’è, importi, come riceverlo

Dal 1° marzo è operativo l’Ecobonus auto, dedicato a chi acquista un’auto nuova con emissioni di CO2 inferiori ai 70 g/km. Vediamone importi e modalità di erogazione.

Ecobonus auto: cos'è, importi, come riceverlo

L’Ecobonus auto è la misura introdotta quest’anno per stimolare l’acquisto di autovetture a basso impatto ambientale. Il parametro utilizzato per determinare l’applicazione del bonus è il livello di emissioni di CO2 (Anidride Carbonica), lo stesso utilizzato per calcolare l’Ecotassa che ha il ruolo opposto: disincentivare l’acquisto di auto ad alto impatto ambientale.

Gli importi del bonus vanno da 1.500 a 4.000 euro, a cui si somma un ulteriore “premio” se contestualmente all’acquisto viene rottamato un vecchio veicolo. Accedono al bonus ecologico le auto elettriche e quelle ibride, il limite imposto sul prezzo massimo, però, esclude dal beneficio le luxury car, ammettendo al tempo stesso molti veicoli green già in commercio.

Ne beneficiano le auto con i requisiti richiesti acquistate e immatricolate tra il 1 marzo 2019 e il 31 dicembre 2021. Il bonus viene erogato sotto forma di sconto sul prezzo d’acquisto, deve quindi essere inserito nel contratto d’acquisto dal concessionario che effettua la vendita. Vediamo di cosa si tratta, quali sono gli importi e come fare per riceverlo.

Ecobonus auto: cos’è

L’Ecobonus auto è una delle misure contenute nella Legge di Bilancio 2019 (legge n° 145 del 30 dicembre 2018), volta ad incentivare l’acquisto di veicoli elettrici e a basso livello di emissioni di CO2. Si tratta di un bonus progressivo, che aumenta al diminuire delle emissioni. Inoltre, prevede un ulteriore incentivo se contestualmente all’acquisto viene rottamato un vecchio veicolo.

Il requisito richiesto è quello di avere un livello di emissioni inferiore ai 70 g/km di CO2, con un andamento incrementale: più è basso il livello di emissione e maggiore è l’Ecobonus. C’è un ulteriore requisito per accedere all’Ecobonus, relativo al prezzo del veicolo nuovo: non deve superare i 50.000 euro IVA esclusa, (61.000 euro IVA inclusa).

L’Ecobonus auto si applica su tutte le auto nuove acquistate e immatricolate tra il 1 marzo 2019 e il 31 dicembre 2021, viene erogato sotto forma di sconto sul prezzo d’acquisto e - quindi - deve essere inserito nel prezzo d’acquisto dell’auto nuova. Se insieme alla nuova vettura ne viene rottamata una vecchia, si ha diritto ad un ulteriore “bonus rottamazione”, sempre determinato in base al livello di emissioni di CO2.

Ecobonus auto: gli importi

L’Ecobonus auto è un premio progressivo che cresce allo scendere del livello di emissioni di CO2 riportato sul libretto di circolazione, calcolato secondo il ciclo di prova NEDC (New European Driving Cycle).

Gli importi previsti sono i seguenti:

  • sulle auto con emissioni da 0 a 20 g/km di CO2 lo sconto è di 4.000 euro, che diventano 6.000 in caso di rottamazione;
  • sulle auto con emissioni da 21 a 70 g/km di CO2 lo sconto è di 1.500, euro che diventano 2.500 in caso di rottamazione.

Sono escluse dall’applicazione del bonus le auto elettriche che costano più di 50.000 euro IVA esclusa (61.000 euro IVA inclusa), un requisito che esclude gli EV di lusso.

Ecobonus auto: come riceverlo

L’automobilista che acquista un’auto nuova beneficiando dell’Ecobonus auto riceve uno sconto direttamente sul prezzo di acquisto. Il bonus si somma alle promozioni commerciali previste dalla casa automobilistica, e di fatto viene anticipato dal concessionario.

Quest’ultimo verrà poi rimborsato del bonus dal costruttore o dall’importatore del veicolo, che recupererà gli importi tramite credito d’imposta utilizzabile in compensazione. Dunque - a differenza di quello che accade con l’Ecotassa - l’automobilista riceve lo sconto e non deve compiere altre azioni.

Il concessionario deve registrarsi sulla piattaforma dedicata all’Ecobonus e inserendo i propri dati. Per ogni contratto andranno caricati sul portale i dati del cliente e del veicolo, una volta prenotato l’Ecobonus auto il concessionario avrà 180 giorni di tempo per consegnare il veicolo nuovo al cliente e ritirare l’eventuale rottamazione. Una volta immatricolato il veicolo la procedura si conclude con l’inserimento del numero di targa e del livello di emissioni riportato sul libretto di circolazione.

Iscriviti alla newsletter Motori per ricevere le news su Ecobonus auto

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.