Furto smartphone: come bloccare un cellulare rubato

Matteo Novelli

25/02/2021

25/02/2021 - 17:36

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Come trovare e bloccare lo smartphone rubato: ecco cosa fare se avete smarrito o avete subito il furto del vostro cellulare.

Furto smartphone: come bloccare un cellulare rubato

Vi hanno appena rubato lo smartphone e non sapete cosa fare? Purtroppo il furto dello smartphone, o il suo smarrimento, è sempre un evento spiacevole e non solo perché solitamente gli smartphone rubati sono i più costosi. Otre al danno economico, c’è da considerare la violazione della privacy perché lo smartphone rubato contiene immagini, contatti e messaggi personali.

Tentare di rintracciare o bloccare e uno smartphone rubato non è semplice: non appena vi rendete conto che vi hanno rubato il cellulare dovete fare in modo di renderlo inutilizzabile al malintenzionato, così da proteggere i vostri dati personali. Di metodi per bloccare uno smartphone, anche a distanza, ce ne sono molti e spesso è anche possibile rintracciarlo.

Vediamo come tutelarsi dal furto di smartphone e quali sono i modi per bloccare un cellulare dopo che è stato rubato.

Furto smartphone: come bloccare un cellulare rubato?

Il primo metodo verte sul codice IMEI del device, presente in ogni smartphone e utilizzabile per identificarlo e per bloccarlo nel caso venga rubato. Si trova sulla confezione, ma se l’avete buttata potete recuperarlo con facilità. Basta andare sulla tastiera dello smartphone, digitare “*#060#” e vedrete comparire il codice da 15 cifre.

Naturalmente dovrete segnarvi il codice IMEI prima del furto dello smartphone, perché per ovvie ragioni poi non sarà più recuperabile. Dopo aver recuperato il codice IMEI potete denunciare il furto alle autorità competenti in modo che possano procedere con il blocco dello smartphone. In questo modo chi ha rubato il vostro telefono non potrà più utilizzarlo e non avrà accesso ai dati personali contenuti nel dispositivo.

Prima di effettuare la denuncia, però, vi consigliamo di accertarvi che il telefono sia stato davvero rubato e non di averlo solamente smarrito.

Furto smartphone: come bloccare la scheda SIM?

Dopo aver bloccato il terminale, dovrete fare lo stesso per la scheda SIM in modo che nessuno possa utilizzarla. Per farlo dovrete contattare il vostro operatore telefonico chiedendo il blocco della SIM. Successivamente potrete comunque chiedere una nuova SIM associata al vecchio numero di telefono.

Il blocco della SIM può essere effettuato rapidamente chiamando il servizio clienti del vostro operatore e seguendo le indicazioni della voce guida riguardanti le modalità da applicare in caso di furto e smarrimento. In caso è necessario comunque mettersi in contatto rapidamente con il proprio gestore attraverso uno dei seguenti numeri:

  • TIM, 119.;
  • WINDTRE, 159;
  • Vodafone, 190;
  • Iliad, 177;
  • PosteMobile, 160;
  • Fastweb Mobile, 192193.

Come rintracciare un telefono rubato?

Rintracciare uno smartphone rubato non è semplice come bloccarlo. Infatti, se chi ve lo ha rubato non lo accende e disattiva la connessione dati sarà quasi impossibile da rintracciare. Inoltre anche rintracciando la sua posizione esatta non sempre le Forze dell’Ordine possono intervenire direttamente (se la posizione rintracciata si riferisce a un edificio complesso, dotato ad esempio di più appartamenti, difficilmente si potrà sapere con esattezza dove e in mano a chi si trova il device sottratto).Tuttavia, esistono dei rimedi, ma per utilizzarli è necessario che abbiate preso degli accorgimenti prima del furto.

Come trovare lo smartphone rubato con Android

Per rintracciare uno smartphone Android rubato bisogna attivare la procedura da remoto attraverso questa pagina e acconsentire al tracciamento della posizione del device.

La mappa dovrebbe indicare l’ultima posizione utile registrata del dispositivo e inoltre si può scegliere se impostare alcuni comandi da remoto scegliendo se far squillare o bloccare lo smartphone (si può anche scegliere di cancellare tutti i contenuti al suo interno).

Attenzione: optando per una formattazione a distanza tutte le informazioni verranno eliminate e si perderà anche la possibilità di rintracciare il device a distanza.

In alternativa è possibile scaricare altre app di terze parti utili:

  • Prey Anti Theft è un’app che ti permette di tracciare e controllare il tuo telefono e di localizzarlo tramite remoto. Inoltre, sempre tramite remoto, è possibile eliminare i dati contenuti nella memoria così proteggerete la vostra privacy senza dover chiedere l’aiuto delle Forze dell’ordine.
  • Cerberus, si tratta di un’app antifurto completa che utilizza tre modalità differenti per la protezione dello smartphone: controllo remoto dal sito internet dell’azienda, controllo remoto via SMS o da un altro telefono e gli avvisi automatici (ad esempio vi manda un SMS se la Sim viene cambiata, oppure vi invia una foto del ladro quando questo inserisce un Pin sbagliato).

Come rintracciare un iPhone rubato

Per rintracciare un iPhone è necessario aver attivato precedentemente la funzione “Trova il mio iPhone”. Se lo avete fatto potrete rintracciare l’iPhone rubato seguendo una di queste indicazioni:

  • andare sul icloud.com/find e accedere con le proprie credenziali;
  • aprire l’applicazione Dov’è da un altro dispositivo Apple connesso con il nostro Apple ID e selezionare il device che si vuole rintracciare, in questo caso iPhone. Questo comparirà sulla mappa e se non si trova molto distante potrete persino riprodurre un suono di allarme.

È possibile anche contrassegnare il dispositivo come smarrito. Scegliendo questa opzione il device verrà bloccato da remoto con un codice e potrete far apparire un messaggio personalizzato con il tuo numero di telefono sul blocco schermo del device perduto. Si potrà bloccare anche la possibilità di effettuare pagamenti usando Apple Pay, che verranno sospesi.

Inoltre, vi ricordiamo che nel caso vi abbiano rubato un iPhone, potrete modificare da remoto la password del vostro ID Apple. In questo modo riuscirete a proteggere i dati contenuti nell’iCloud impedendo al malintenzionato di utilizzare tutti i servizi dell’iPhone rubato.

Argomenti

# iPhone
# App

Iscriviti alla newsletter

Money Stories